Consumi e prezzi benzina – gasolio giù: fino a -26% da inizio 2020

Prezzi benzina e gasolio giù a causa della contrazione dei consumi nel 2020: le previsioni di una seconda ondata e quali effetti sui carburanti

26 ottobre 2020 - 10:10

L’impatto dell’emergenza Coronavirus sui consumi di benzina e gasolio auto ha spinto anche al ribasso dei prezzi benzina e gasolio per autotrazione. Nei primi 9 mesi del 2020 le quantità vendute alla pompa hanno subito un calo del -18,9% rispetto al 2019. Ecco i dati in dettaglio.

CONSUMI BENZINA E GASOLIO IN ITALIA 2020

La contrazione della spesa degli italiani per i carburanti è calata del -26,4% e cioè di 11,5 miliardi di euro; è quanto emerge dall’analisi del Centro Studi Promotor. Gli italiani hanno speso per benzina e gasolio auto 32,1 miliardi di euro, rispetto ai 43,6 miliardi di euro del gennaio-settembre 2019. L’effetto evidente dovuto alla limitazione agli spostamenti e al lockdown da Coronavirus ha portato anche a consistenti diminuzioni dei prezzi medi ponderati. Il prezzo benzina è passato da 1,572 euro al litro dei primi nove mesi del 2019 a 1,443 euro al litro dello stesso periodo del 2020. Il prezzo gasolio è invece passato da 1,481 a 1,340 euro al litro.

BENZINA E GASOLIO: OLTRE 5 MILIARDI DI EURO DI ACCISE IN MENO

Inevitabile quindi anche la contrazione del gettito fiscale. I proventi per l’Erario derivanti dall’Iva e dalle accise su benzina e gasolio auto – secondo il rapporto – sono calati di 5,6 miliardi. Rispetto al 2019, il gettito è diminuito da 26,5 miliardi del gennaio-settembre 2019 a 20,9 miliardi dello stesso periodo del 2020. I dati si basano su elaborazioni di prezzi e consumi di benzina e gasolio per autotrazione diffusi dal Ministero dello Sviluppo Economico. Clicca le immagini sotto per vederle a tutta larghezza.

LE PREVISIONI 2020 SU CONSUMI E PREZZI DI BENZINA E GASOLIO

Se si analizza l’andamento mensile dei consumi benzina e gasolio nel 2020 emerge che i consumi sono stati sostanzialmente stabili nel primo bimestre. Solo da marzo c’è stata una forte contrazione (-43,7%) e seguita da una caduta ancora più forte ad aprile (-63,3%). Successivamente, come si vede dal grafico allegato, i cali sono stati via via più contenuti nei mesi successivi con una modesta crescita a settembre (+0,8%). L’analisi del CSP, espone il rischio che una seconda serie di misure restrittive nazionali potrebbero provocare una nuova forte contrazione della mobilità e dei consumi di benzina e gasolio. Se dovesse succedere, le previsioni mostrano un calo di 15,1 miliardi nella spesa complessiva e un calo del gettito fiscale di 7,3 miliardi di euro.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Pedoni in stato di ebbrezza: il 27% viene ucciso mentre cammina in strada

Guidare drogati e poi ubriachi

Guidare drogati e poi ubriachi: per la Cassazione non c’è recidiva

Autostrade Tech: la svolta tecnologica farà guadagnare più dei pedaggi?