Auto in leasing: il bollo è solo a carico dell’utilizzatore

Importante specifica della Consulta sulle auto in leasing: il bollo è solo a carico dell'utilizzatore, con responsabilità esclusiva confermata anche prima del 2016

12 marzo 2020 - 18:12

Anche la Corte Costituzionale ha confermato che per le auto in leasing il bollo è solo carico dell’utilizzatore, con responsabilità esclusiva confermata anche prima del 2016. La sentenza n. 33 dello scorso 26 febbraio 2020 della Consulta ha messo probabilmente fine a una questione che si è trascinata per anni, quella riguardante la soggettività passiva del bollo auto per i veicoli in locazione finanziaria e che visto contrapposte le società di leasing e le Regioni. Vediamo come si è giunti alla sua conclusione.

PAGAMENTO BOLLO AUTO: LA LEGGE 99/2009

Come ben spiega il Sole 24 Ore, la vicenda ha preso il via nel 2009, quando ad agosto di quell’anno è entrata in vigore la legge n. 99 che ha rivisto gli obbligati al tributo regionale. Prima di allora, infatti, per effetto del Dl 953/82 il pagamento del bollo auto spettava unicamente al ‘proprietario’ del bene. Quindi, per le auto in leasing, il soggetto passivo era la società di leasing. La legge 99/2009 ha cambiato invece le carte in tavola, disponendo che il pagamento della tassa automobilistica è a carico di coloro che “risultano essere proprietari, usufruttuari, acquirenti con patto di riservato dominio, ovvero utilizzatori a titolo di locazione finanziaria”.

BOLLO AUTO IN LEASING: IL DUBBIO DELLA LOCUZIONE ‘OVVERO’

Una vera e propria giravolta che, nel caso dei veicoli in locazione finanziaria, aveva la finalità di imporre il pagamento del bollo esclusivamente ai soggetti utilizzatori. Tuttavia alcune Regioni hanno continuato a rivolgersi per la riscossione alle società di leasing, interpretando in senso congiuntivo e non disgiuntivo la locuzione ‘ovvero’ del testo della legge. E che pertanto il prelievo potesse avvenire indifferentemente sia in capo al proprietario del mezzo che all’utilizzatore. L’ambiguità è durata qualche anno, fino al Dl 78/2015 con cui si è chiarito in modo inequivocabile che per i veicoli concessi in leasing il pagamento spetta solo all’utilizzatore.

IL DUBBIO DEL DL 113/2016

Finita lì? Neppure per idea, perché il Dl 113/2016 ha abrogato la norma di interpretazione autentica contenuta nel precedente decreto legge, stabilendo nel contempo una regola identica a quella cancellata. Ossia la responsabilità esclusiva dell’utilizzatore dal 1° gennaio 2016. Questa mossa ha creato però parecchia caos, perché ha prodotto il dubbio che specificando la data (1/1/2016) il Dl 113 avesse voluto ripristinare la responsabilità solidale in maniera retroattiva. E che di conseguenza fino al 31/12/2015 le Regioni fossero autorizzate a chiedere il pagamento del bollo auto in leasing anche ai proprietari (cioè le società) e non soltanto agli utilizzatori.

AUTO IN LEASING: BOLLO SOLO A CARICO DELL’UTILIZZATORE ANCHE PRIMA DEL 2016

La questione è stata infine risolta dalla Corte di Costituzionale, chiamata in causa dalla Commissione Tributaria Provinciale di Roma dopo che peraltro sull’argomento si era già espressa la Cassazione. La Consulta ha confermato che il Dl 113/2016 non ha prodotto nessun effetto retroattivo, e quindi anche precedentemente al 1° gennaio 2016 resta valida la disciplina introdotta nel 2009 che prevede l’esclusiva responsabilità dell’utilizzatore per il pagamento del bollo delle auto in leasing.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sconto RC auto Coronavirus

Sconto RC auto per Coronavirus: le iniziative delle compagnie

Sanificazione con lampada UV-C: la luce ultravioletta contro il Coronavirus

Gomme estive strette o larghe? Cosa cambia in frenata e consumo di benzina