Auto e costi in aumento: gli italiani spendono 154 miliardi di euro l’anno

In Italia ci sono sempre più auto, nel 2018 +670 mila, che costano 154 miliardi agli italiani. Il 40% della spesa sono costi fiscali

7 giugno 2019 - 10:21

I veicoli circolanti in Italia (sia auto che moto) sono in continuo aumento e con essi cresce anche la spesa fissa che gli italiani sostengono. Nel 2018, secondo il report annuale ACI, sono state registrate 670 mila auto circolanti in più (+1,3%), soprattutto fuori dai centri abitati. Ovviamente cresce anche la spesa per mantenere i veicoli in aumento dei veicoli che arriva a 154 miliardi di euro. In Italia si contano 645 auto ogni 1.000 abitanti, con punte in Trentino Alto Adige, Valle d’Aosta e Umbria (720 auto per 1000 residenti). Tra i Comuni, spiccano Catania (715 auto per 1.000 abitanti) e Torino (653).

PIÙ’ AUTO MA FUORI DAI CENTRI ABITATI

In Italia crescono i veicoli circolanti nel 2018 (in totale sono 51,6 milioni) di cui solo le auto sono passate da 38,5 a 39 milioni e le moto da 6,7 a 6,8 milioni. Un incremento che come riporta l’ACI  è localizzato fuori dai centri urbani, dove invece ZTL e blocchi al traffico hanno fermato o espulso le auto più vecchie. I veicoli nelle città di oltre 250.000 abitanti crescono, ma incidono sul totale nazionale in misura minore. Nei centri urbani circolavano 172 vetture ogni 1.000 in Italia nel 2000, mentre oggi il numero è calato a 136, secondo il rapporto.

LE AUTO A BENZINA SONO TRA LE PIÙ’ VECCHIE

Le auto nuove sono solo una piccola parte del circolante italiano che ha un’età media aumentata a 14 anni e 4 mesi (per le auto a benzina) e 9 anni e 8 mesi per le auto diesel. Oltre la metà (il 56%) delle auto circolanti ha più di dieci anni e le Euro0 sono il 9,5% del totale (con punte ben maggiori in Campania e Calabria). Quasi la stessa quota (9,3%) è la consistenza delle nuove immatricolazioni di auto ad alimentazione alternativa (ibride ed elettriche, GPL e metano).

LE AUTO PIÙ’ RADIATE NON SONO EURO 0-1

Secondo i dati del Pubblico Registro Automobilistico, nel 2018 si contano 2,4 milioni di nuove immatricolazioni (-1,9% rispetto al 2017), 4 milioni di passaggi di proprietà e 1,8 milioni di radiazioni. Delle 1,5 milioni di auto radiate per esportazione o demolizione, solo il 5,3% sono Euro0 e Euro1, pari all’1,7% delle auto più inquinanti ancora in circolazione. Difatti per aggirare i blocchi al traffico basta montare un impianto bifuel GPL e Metano e avere il lasciapassare, anche se poi nessuno controllerà mai se si sta’ circolando a benzina o con il combustibile più green.

LA MANUTENZIONE E’ SOLO il 17% DEI COSTI

Nel 2018 sono stati spesi 154 miliardi di euro, vale a dire l’1,6% in più rispetto al 2017 ed è curioso estrapolare da questo totale i costi fissi diversificati. L’acquisto dell’auto è in media solo 1/3 della spesa (50,1 miliardi di euro), il carburante anche meno (39,4 miliardi di euro) e la manutenzione auto meno del 17% (25,6 miliardi di euro). “Tutte le voci sono in aumento, così come il gettito fiscale complessivo dei trasporti su strada che passa da 64,5 a 66,8 miliardi di euro in un anno” spiega l’ACI.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Le migliori Case che sanno vendere meglio le auto nel 2019

Conversione patente estera

Conversione patente estera conseguita prima dei 18 anni: ok dal MIT

Gomme invernali obbligatorie: le ordinanze neve 2019 – 2020