Auto abbandonate suolo pubblico privato

Auto abbandonate: come rimuoverle dal suolo pubblico e privato

Le auto abbandonate vanno obbligatoriamente rimosse dal suolo pubblico e privato seguendo una specifica procedura. Ecco i dettagli

5 dicembre 2019 - 16:07

Ogni tanto capita di imbattersi in auto abbandonate, domandandosi come si faccia a rimuoverle dal suolo pubblico o privato. In effetti i veicoli a ‘fine vita’ sono considerati rifiuti speciali e per smaltirli bisogna seguire una determinata procedura, che non prevede di certo l’abbandono in strada nell’attesa che se ne occupi qualcun altro. Vediamo perciò quali sono le modalità per rimuovere un’auto abbandonata.

QUANDO L’AUTO SI CONSIDERA ABBANDONATA

Prima di trovare la soluzione al problema, va capito quali sono i criteri per considerare un’auto abbandonata, sia in area pubblica che privata. Secondo la normativa vigente (DM 22/10/1999, n. 460) un veicolo è considerato abbandonato se manca di targa e/o contrassegno nonché di parti essenziali per l’uso o la conservazione. Ulteriori elementi sono la presenza del veicolo nello stesso posto da molto tempo, l’alto numero di segnalazioni o informazioni assunte dai cittadini e la presenza di sporcizia o erba sotto la vettura. Viceversa, non sono abbandonati i veicoli sottoposti a fermo amministrativo (a meno che l’incuria e il trascorrere del tempo non provvedano a trasformare i veicoli sequestrati in rifiuti inquinanti destinati in via obiettiva all’abbandono) e le auto d’epoca, ossia i veicoli storici o di valore per i collezionisti o destinati ai musei, conservati in modo adeguato, pronti all’uso oppure in pezzi smontati.

AUTO ABBANDONATE: COME RIMUOVERLE DAL SUOLO PUBBLICO

Per segnalare la presenza di un’auto abbandonata sul suolo pubblico e chiederne la rimozione, bisogna contattare la Polstrada oppure la Polizia Locale. Una volta ricevuta la segnalazione, la Polizia accerta che il veicolo non sia di provenienza furtiva e se sia possibile risalire al proprietario. In assenza di entrambi gli elementi, constatato che la vettura risulti effettivamente in stato di abbandono secondo le caratteristiche descritte nel precedente paragrafo, provvede alla sua rimozione e all’invio del mezzo presso un centro di raccolta autorizzato. Dove però non si esegue subito la rottamazione: il veicolo rimane infatti ‘a disposizione’ per 60 giorni per permettere eventualmente al proprietario di reclamarlo. Se ciò accade, il proprietario può tornare in possesso del mezzo previo pagamento delle spese e ferme restando eventuali altre contestazioni. Altrimenti il veicolo diventa a tutti gli effetti un ‘rifiuto’ con conseguente cancellazione dal PRA e successiva demolizione. Sempre che non sia possibile venderlo se ne sussistono le condizioni.

AUTO ABBANDONATE: COME RIMUOVERLE DAL SUOLO PRIVATO

Nell’eventualità di un’auto abbandonata su suolo privato, l’organo di polizia che ha ricevuto la segnalazione intima all’intestatario del veicolo. O, qualora non sia stato possibile identificarlo, al proprietario del terreno su cui si trova la vettura, di provvedere alla sua rimozione e smaltimento. In caso di inosservanza la Polizia provvede d’ufficio con addebito delle spese. Il veicolo rimosso finisce in un centro di raccolta e quindi demolito con richiesta di cancellazione dal PRA. Ricordiamo infine che chi rottama un veicolo senza consegnarlo a un centro di raccolta autorizzato o a un rivenditore, abbandonandolo su suolo pubblico o privato, è punito con la sanzione amministrativa da 1.000 a 5.000 euro (per auto, veicoli commerciali fino a 3,5 tonnellate e tricicli a motore) e da 105 a 620 euro (tutti gli altri veicoli).

1 commento

Carcassa di auto abbandonata, una discarica di rifiuti. | Gallura News
19:38, 30 settembre 2020

[…] segnalazione odierna, mette l’accento proprio su questo aspetto igienico sanitario che, aldilà di quel che possa esserci sotto questo abbandono, è la cosa più importante e […]

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto usata: come comprarla al miglior prezzo

DPCM 24 ottobre 2020

DPCM 24 ottobre 2020: spostamenti ‘sconsigliati’ (ma non vietati). Testo PDF

Consiglio acquisto utilitaria: budget fino a 10.000 euro