Acquisto auto online: lo farà il 10% degli italiani entro il 2030

Tra gli acquisti sul web, comprare l’auto online è un’abitudine in forte crescita: ecco i numeri di un’indagine in Europa

30 ottobre 2020 - 9:11

Comprare l’auto nuova online è una scelta che coinvolgerà sempre più utenti. E’ quanto emerge dall’indagine di un noto motore di ricerca di annunci auto. Entro il 2030 lo farà almeno 1 persona su 10, molto più della media europea (8%). Ecco come cambierà l’acquisto di auto nuove nei prossimi anni.

PAGAMENTI ONLINE: QUANTO SPENDONO GLI ITALIANI

In Italia 1 persona su 2 utilizza più metodi di pagamento per gli acquisti online. Gli italiani sono ai primi posti nella classifica degli utenti che nel 2019 hanno fatto almeno un acquisto di 1.000 euro in modalità digitale. Il 22% si dichiara ben disposto per gli acquisti futuri a spendere online tra 1.000 euro e 5.000 euro e oltre il 7% potrebbe superare la cifra dei 5.000 euro. Secondo la ricerca condotta a livello europeo sull’Online Transaction da AutoScout24, le previsioni di vendita di auto online in Italia potrebbero superare nei prossimi 10 anni il 10% delle vendite totali.

ACQUISTO AUTO ONLINE: LE PREVISIONI 2030

Se nel 2018 gli acquisti di auto online hanno rappresentato solo l’1% del mercato totale, nel 2030 potrebbero arrivare a oltre 500.000 veicoli venduti. Il dato previsionale supera anche la media in Europa, pronta oggi al cambiamento con il 57% favorevole all’acquisto dell’auto interamente online. Nel 2030 invece si attesterà, secondo le previsioni dell’indagine, sull’8% (era il 2% nel 2018). L’Italia supera anche Paesi come Belgio, (0,9% nel 2018 e 6,9% nel 2030), Germania (1,8% nel 2018 e 6,5% nel 2030), Austria (1,8% nel 2018 e 5,6% nel 2030) e Olanda (1,7% nel 2018 e 5,4%). Unica eccezione la Francia, che già nel 2018 aveva una quota più alta di auto vendute (3,9%), con una previsione che supererà il 13% nel 2030.

PAGAMENTI ONLINE: NUOVE ABITUDINI IN EUROPA E ITALIA

Il mondo automotive si affaccia in modo deciso al trend dell’online transaction, pur se con ritardo rispetto ad altri settori”, ha dichiarato Gioia Manetti, Vice President International della piattaforma. “Ci si aspetta che in Europa tra 10 anni oltre l’8% delle transazioni avverrà online, con l’Italia in grado di superare il 10%”. “Tutti i Paesi si muovono in questa direzione, seppur con tassi di crescita differenti, ed in questo senso l’emergenza Covid-19 è stato un importante acceleratore del processo di digitalizzazione degli attori della filiera”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Pedoni in stato di ebbrezza: il 27% viene ucciso mentre cammina in strada

Guidare drogati e poi ubriachi

Guidare drogati e poi ubriachi: per la Cassazione non c’è recidiva

Autostrade Tech: la svolta tecnologica farà guadagnare più dei pedaggi?