Angeli custodi dei passeggeri aeroportuali: acqua, schiuma e 700 cavalli

Angeli custodi dei passeggeri aeroportuali: acqua, schiuma e 700 cavalli I Vigili del Fuoco aeroportuali sono professionisti che guidano mezzi speciali: lo Striker E su base Oshkosh è tra i più avanzati

I Vigili del Fuoco aeroportuali sono professionisti che guidano mezzi speciali: lo Striker E su base Oshkosh è tra i più avanzati, con 700 cavalli

7 Maggio 2017 - 08:05

Quando si parla di sicurezza dei passeggeri non è sempre necessario riferirsi agli automobilisti, ma ci sono casi in cui i passeggeri sono decisamente svincolati dalle auto: per esempio quando viaggiano in aereo. In tutte l'equipe di professionisti che mantiene l'ordine e la sicurezza negli aeroporti è sempre presente una squadra di Vigili del Fuoco ben addestrati, che con mezzi pesanti speciali deve riuscire in pochi minuti ad intervenire in caso di incendio o guasto.

VIGILI DEL FUOCO SPECIALI In ogni aeroporto è normale procedura avere una squadra di Vigili del Fuoco che sia sempre pronta ad intervenire in ogni caso, sia perché il carburante degli aeromobili è nettamente più infiammabile – e nel caso dovesse incendiarsi è anche nettamente più distruttivo – di quello riservato alle autovetture, sia perché gli aerei, da buoni mezzi meccanici, possono soffrire di qualche guasto (leggi anche i nostri 10 consigli per evitare il peggio in caso di incendio in auto). I mezzi di soccorso aeroportuali sono mezzi speciali, che devono garantire tempi di reazione velocissimi ma allo stesso tempo una portata di liquido estinguente degna di nota. Sono i veri e propri angeli custodi dei passeggeri.

MEZZI DA RECORD Immaginate un mezzo che abbia la stazza di un blindato, ma che deve correre quanto più possibile e quanto più velocemente possibile. Lo Striker E è uno di questi, che prendiamo come esempio poiché estremamente avanzato ed in servizio negli aeroporti italiani. In caso di pericolo un motore Caterpillar da 700 cavalli e 18 litri deve riuscire a spostare ben 37 tonnellate composte da acciaio, 10.000 litri di acqua e circa 2.000 litri di schiuma estinguente distribuiti su tre assi. E pare ci riesca anche bene perché lo Striker E, camion dei pompieri che viene allestito su base Oshkosh, accelera da 0 a 80 km/h in circa 25 secondi ed ha una velocità massima di 110 km/h. Le dimensioni sono ovviamente imponenti per un mezzo che deve soccorrere anche quelli che vengono definiti i “giganti del cielo”, con i suoi oltre 13 metri di lunghezza e 4 di altezza, tanto che superano quelle limite per la circolazione su strada.

Commenta con la tua opinione

X