Ancora cantieri invisibili e operai a rischio. Può capitare. Ma i controlli?

Sulla tangenziale di Bari diversi lavori notturni di riasfaltatura e assenza di segnaletica di cantiere.

2 febbraio 2011 - 9:29

Segnaletica di cantiere assente – Nei mesi scorsi, sulla tangenziale di Bari, mi sono imbattuto in lavori notturni di riasfaltatura (durati più giorni) e in squadre di operai che toglievano erbacce ai lati della carreggiata. In nessuna di queste occasioni ho visto una segnaletica di cantiere. In particolare, una delle volte in cui stavano togliendo le erbacce, ho trovato gli operai sulla corsia di accelerazione in cui sfocia uno svincolo completamente cieco, quindi me li sono improvvisamente visti non dico sul cofano ma insomma…

Utilizzo della segnaletica mobile – Interpellata l'Anas, mi è stato risposto che su cantieri di questa natura (cioè brevi e in movimento) è stata utilizzata segnaletica mobile, cioè montata su carrelloni. Ciò può causare momentanei “black-out” quando il carrellone viene spostato per seguire gli operai. Insomma, secondo l'Anas ho avuto la sfortuna di capitare sempre nel momento sbagliato.

Maggior consapevolezza da parte di operai e imprese – Sono certo che alcune volte è stato così. Ma sono altrettanto certo che, almeno nell'occasione degli operai dietro lo svincolo, almeno il loro istinto di sopravvivenza avrebbe dovuto suggerire loro di tenere una persona all'inizio della rampa per far cenno di rallentare a chi vi si stava immettendo. In mancanza dell'istinto e – evidentemente – della preparazione per fare cose simili, dovrebbero essere i controlli sui cantieri a far acquisire a operai e imprese la consapevolezza di cosa fare. Insomma, torniamo sul tema dei controlli sui cantieri, di cui abbiamo già parlato la settimana scorsa riguardo alla Lombardia.

Controlli o non controlli, sfortuna o non sfortuna, sappiate che queste sono cose che capitano. Motivo in più per tenersi prudenti, soprattutto quando c'è poca visuale.

Fonte – mauriziocaprino.blog.ilsole24ore.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

E-fuel insufficienti: copriranno il 2% delle auto ICE nel 2035

Telepass per pagare il Traghetto Stretto di Messina: come funziona?

San Gottardo: non siamo pronti agli incendi di camion elettrici