Airbag difettosi: FCA richiama 1,6 milioni di auto nel mondo

Riguarda 5 modelli il richiamo FCA per sostituire gli airbag anteriori forniti da Takata sulle auto prodotte fino al 2016

14 gennaio 2019 - 10:30

Lo scandalo degli airbag difettosi Takata ha costretto FCA a richiamare 5 modelli di auto nel mondo, la maggior parte negli USA, per sostituire le cariche degli airbag anteriori dei modelli prodotti negli ultimi anni. Il richiamo Fiat-Chrysler segue in ordine il più recente Ford e dimostra quanto sia complicato ripristinare la sicurezza delle auto appesa a un dispositivo di ampia diffusione su cui l'azienda ha omesso di comunicare le criticità scoperte. Ma le maggiori difficoltà vengono ance dal fatto che molti modelli non sono ormai più in produzione da oltre 10 anni e potrebbero aver cambiato intestatario diverse volte.

50 MILIONI DI AIRBAG TAKATA NEL MONDO Fiat-Chrysler Automobiles invierà una lettera raccomandata a 1,6 milioni di clienti nel mondo, di cui solo 1,4 milioni negli Stati Uniti d'America per sostituire gli airbag difettosi forniti dal produttore giapponese Takata. Come è noto l'azienda è fallita nel 2017 in seguito al più ampio scandalo nella storia dell'auto ma ha lasciato un'eredità non facile da gestire a tutti i Costruttori. Stavolta è il turno di FCA richiamare in officina le auto RAM, Jeep, Dodge e Chrysler, ma intanto come richiesto dalle autorità USA ha anche predisposto un canale web dopo poter capire se l'auto è coinvolta o meno nella campagna di risanamento.

I MODELLI FCA COINVOLTI I modelli coinvolti nel richiamo FCA per gli airbag difettosi Takata sono le Chrysler 300 prodotte tra il 2010 e il 2015, le Dodge Charger prodotte tra il 2011 e il 2015 e Dodge Dakota prodotte tra il 2010 e il 2011, le Jeep Wrangler prodotte tra il 2010 e il 2016 e alcune RAM 1500, 4500 e 5500 prodotte nel 2010.

CONTROLLO ONLINE DAL SITO FCA Il consiglio cautelativo dei Costruttori è quello di non utilizzare l'auto se coinvolta nella campagna di richiamo, ecco perché sul sito Mopar di FCA i clienti possono inserire il numero di telaio VIN e capire già se l'auto dovrebbe essere portata in officina per un controllo agli airbag. Ricordiamo che ad oggi il difetto agli airbag Takata ha provocato 23 vittime accertate, che durante l'esplosione volontaria o accidentale degli airbag sono stati colpite da schegge metalliche incandescenti staccatesi dall'involucro metallico dell'airbag. Vi invitiamo quindi a prestare la massima attenzione e in generale non sottovalutare mai malfunzionamenti o lettere di convocazione dei Costruttori per anomalie agli airbag.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Auto nuova diesel: il 71% degli italiani indecisi sull’acquisto

Consiglio acquisto SUV: budget fino a 25.000 euro

Skoda testa l’app per ricevere le consegne in auto