Active Control High Beam: i fari abbaglianti diventano intelligenti

Gli abbaglianti a controllo attivo delle auto Volvo riconoscono le auto incrociate e le escludono dal fascio di luce

28 febbraio 2013 - 7:00

Il buio non provocherà più incidenti stradali, perché Volvo ha introdotto sulle sue ultime berline un sistema che consente la guida con gli abbaglianti sempre accesi. Quando s'incrocia un'auto i fari intelligenti creano delle piccole zone d'ombra per non infastidire gli altri automobilisti.

PIU' COMFORT E SICUREZZA SEMPRE – Si chiama Active Control High Beam, l'ultimo sistema nato in casa Volvo per garantire la stessa sicurezza di guida di notte come di giorno. Il sistema condivide la telecamera installata sul parabrezza con l'Adaptive Cruise Control (ACC) e il Forward Collision Warning (FCW) per riconoscere le auto che sopraggiungono e quelle che precedono, oscurando il fascio di luce abbagliante in zone ben precise. Con la presentazione dei traguardi tecnologici per la riduzione degli incidenti ottenuti negli ultimi dieci anni, Volvo Cars Corporation presenterà al prossimo Salone di Ginevra del 5 marzo 2013 il sistema di abbaglianti a controllo attivo su tutta la gamma “60”.

LE CAUSE BANALI DI SERI INCIDENTI – “Il nostro obiettivo con la nuova tecnologia Active Control High Beam è quello di migliorare la visibilità al buio, rendendo possibile l'uso di abbaglianti in modo permanente, senza dover passare agli anabbaglianti quando s'incrociano altre vetture,” dice il professor Lotta Jakobsson, Senior Technical Specialist di sicurezza presso Volvo Cars Safety Centre. L'Active Control High Beam sarà disponibile sulle nuove Volvo S60, V60 e XC60 e consentirà di rilevare in qualsiasi condizione di luce pedoni che cammino sul ciglio della strada, animali intenti a lanciarsi per attraversare e auto parcheggiate. L'introduzione dei fari abbaglianti intelligenti tra le dotazioni di sicurezza rispecchia la volontà del Costruttore svedese di azzerare il rischio di mortalità o ferimento a bordo di un'auto Volvo entro il 2020.

NIENTE ABBAGLI INDESIDERATI – Oltre alla telecamera posizionata sul retrovisore centrale, la tecnologia che sfrutta il sistema di abbaglianti a controllo attivo è tutta concentrata nei fari anteriori allo xeno. La telecamera frontale individua l'area che dev'essere ombreggiata con un margine di errore di appena 1,5 gradi e attiva il dispositivo di oscuramento nel proiettore. All'interno dei proiettori, il meccanismo di oscuramento è costituito da un piccolo cilindro con tanti elementi metallici di differenti dimensioni che influenzano il fascio di luce, realizzando specifiche zone d'ombra sulla strada. Il sistema è attivo dalla velocità di 15 km/h e sarà già disponibile dalla prossima primavera 2013. Di seguito un video dimostrativo del sistema.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ztl Padova: orari, mappa e permessi

Viadotto A6 riapre

Viadotto A6 riapre in tempi record, ma la tratta resta a rischio

Global Road Safety : -50% di vittime stradali entro il 2030