1,5 miliardi di euro ai trasporti pubblici: in arrivo mezzi di qualità in leasing

Delrio ha parlato di "rolling stock company", una società per l'acquisto dei mezzi in leasing, con il pagamento di un affitto annuale

1 febbraio 2016 - 11:00

Fra le numerosissime promesse del ministro dei Trasporti, Graziano Delrio (vedi anche qui, a proposito del dieselgate), adesso c'è quella sul trasporto pubblico locale. D'altronde, trattasi di un'emergenza: al di là delle statistiche ufficiali (vedi qui, siamo fanalino di coda in Europa), qualunque cittadino può portare la propria testimonianza su tram, bus, metropolitane dei nostri centri urbani. Fra ritardi, inefficienze, mezzi vetusti e scioperi, c'è da mettersi le mani nei capelli: vedi qui. E visto che, a livello locale, la politica non riesce a tagliare i costi e a investire denaro a sufficienza nei mezzi pubblici (ma i quattrini incassati con gli autovelox dove diavolo vanno a finire?), Delrio cerca di soccorrerli. Con il nostro auspicio che questo tesoretto venga poi utilizzato in modo intelligente dalle varie singole amministrazioni, senza perdersi in chissà quali rivoli.

UN BEL GRUZZOLO – Il trasporto pubblico locale, ha detto il ministro nel corso di un'audizione in commissione Ambiente alla Camera, ha una funzione determinante per il territorio e la popolazione: per questo, dev'essere di alta qualità. Quindi, per la prima volta, vi sono risorse, ossia 1,5 miliardi di euro, destinate appositamente al suo sviluppo. Un importo, secondo Delrio, che può essere considerato relativamente poco per le esigenze. Ma è tanto se utilizzato per costituire una “rolling stock company”, una società per l'acquisto dei mezzi in leasing con il pagamento di un affitto annuale. Perché questa l'idea sulla quale da una parte il ministero e dall'altra la Cassa depositi e prestiti stanno ragionando.

QUANTE PERSONE COINVOLTE – A spingere verso una soluzione di questo genere, è proprio il significato che il trasporto pubblico locale ha per il territorio. Ogni giorno, ha aggiunto Delrio, oltre 2,2 milioni di persone usano le linee regionali e più di 2,6 milioni le linee metropolitane: si frantuma il muro dei 5 milioni di passeggeri. Si tratta di “una cifra impressionante rispetto all'Alta velocità”, ha commentato Delrio. E gli esempi non mancano. Basta pensare alle due linee metropolitane di grandi città, come la Ostia-Lido e la Linea 5 di Milano.

PATTO CON LE REGIONI – Sentiamo ancora Delrio: occorre fare un patto con le Regioni in modo che questi soldi a disposizione per gli investimenti, siano utilizzati con un meccanismo innovativo; si può fare il più grande acquisto di materiale rotabile mai realizzato in Italia. Il ministro ha anche parlato di politica della ciclabilità, che dev'essere inserita a pieno titolo nella mobilità sostenibile: la bici è assolutamente competitiva in fatto di spostamenti urbani. Da associare agli spostamenti in treno: un sistema da incentivare.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

Trasporto auto elettriche: servono navi speciali “antincendio”

Auto nuove: i sistemi di sicurezza fondamentali per Global NCAP