100 Giannini in pista per celebrare 100 anni di sportività

Un'ondata di auto ha invaso l'Autodromo di Vallelunga, tempio per un giorno della storia del Costruttore romano. Vi raccontiamo i 100 anni Giannini

31 ottobre 2017 - 13:29

Probabilmente a molti giovani appassionati di auto il nome Giannini non dirà molto ma chi conosce o ha vissuto l'epopea dell'automobilismo sportivo degli anni '50 e '60 non può non ricordare che la piccola Casa romana, è stata la fiera rivale, nelle piccole cilindrate, sul piano sportivo e commerciale della blasonata Abarth (leggi la prova su strada della Abarth 595 Competizione). La Giannini nasce 100 anni fa  come officina specializzata per le riparazioni meccaniche e nel 1922 entra nella rete di assistenza del marchio Itala.  Nel 1927 cura la preparazione dell'Itala Tipo 61 del marchese Pellegrini per la prima edizione della Mille Miglia. Storia e leggenda che ritrovano nuova linfa nella recente Giannini 350 GP Anniversary su base Fiat 500, nell'immagine sotto, e che vogliamo raccontarvi dopo aver vissuto dal vivo una giornata a Vallelunga.

GLI STRAORDINARI  ANNI '60 Memorabili, negli anni '60, i duelli in pista e nelle cronoscalate fra le Fiat 500 elaborate Abarth e Giannini. Nel 1963 inizia la vendita dei Kit di elaborazione delle 500 (in diretta concorrenza con le note “cassette” di preparazione dell'Abarth), e viene presentata la Fiat 590 GT e la 500 TV, versioni elaborate della popolare Fiat 500. Contemporaneamente a questi, la Giannini si dedica all'elaborazione di altri modelli della Casa torinese. Giova altresì ricordare i motori da competizione G1 e G2 su progetto dell'Ing. Carlo Gianini che equipaggiavano, negli anni '50, le ottime vetture sport Giaur (acronimo di Giannini -Urania) realizzate dal teramano Berardo Taraschi. Nell'immediato dopoguerra la Giannini realizza il motore 3A diesel 3 cilindri iniezione diretta destinato agli autocarri.

5 CAMPIONATI ITALIANI Al raduno hanno partecipato anche alcuni piloti come Liliana De Menna, Gian Luigi Picchi, Remigio Cianfriglia, Lorenzo Lauria che negli anni '60 hanno contribuito con i loro successi alla storia sportiva dell'azienda romana. Insieme alle molte vetture dei clienti c'erano ovviamente anche alcuni modelli storici, solitamente esposti nel museo inaugurato nel 2016 dalla Giannini Automobili, come le leggendarie 590 Corsa, 650 NP e Drago. Tra queste spicca il prototipo Sirio, una piccola spider dalla linea molto aerodinamica, realizzato nel 1969 su meccanica delle piccole bicilindriche Fiat che in quegli anni hanno dominato le gare nazionali per vetture turismo classe 500 conquistando con le Giannini 5 titoli tricolore. Al termine della manifestazione presso l'Autodromo di Vallelunga sono stati assegnati trofei Giannini alle autovetture più storiche ed i partecipanti hanno partecipato ad una sfilata sulla pista.

LA GIANNINI  OGGI Il presente della Giannini Automobili è rappresentato dalla 350 GP Anniversary, una evoluta super-citycar biposto in fibra di carbonio,  spinta da un 4 cilindri biturbo da 350 CV montato in posizione posteriore-centrale. La Giannini è attualmente una carrozzeria specializzata (membro del Gruppo Carrozzieri presso l'ANFIA), collabora da molti anni con il gruppo FCA in qualità di officina autorizzata, gestione/manutenzione del parco auto stampa,  operando inoltre su mezzi speciali, auto d'epoca ed attuali modelli del Gruppo FCA. A fine Ottobre 2016 la Famiglia Polverelli, proprietaria del marchio dal 1973, ha inaugurato il museo Giannini presso la sede operativa di Via delle Idrovore della Magliana a Roma; presenti nella struttura modelli come la 590 Corsa Replica, la 650NP , la Giaur 750, la Punto Drago, la Uno Turbo Torino.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Consiglio acquisto utilitaria: budget fino a 10.000 euro

Ciclisti più spericolati degli automobilisti? Uno studio spiega perché

Cassazione: omicidio stradale, l’imprudenza altrui non è un’attenuante