Si può guidare in Italia con la patente americana

Si può guidare in Italia con la patente americana?

Domanda: si può guidare in Italia con la patente americana? Per saperlo bisogna scoprire se gli USA e il nostro Paese hanno sottoscritto accordi reciproci

3 settembre 2020 - 18:00

Un cittadino americano, munito di patente conseguita in patria, per guidare in Italia deve richiedere la patente internazionale. Gli Stati Uniti, infatti, non hanno mai sottoscritto particolari accordi di reciprocità con l’Italia. Di conseguenza la licenza di guida americana non è riconosciuta nel nostro Paese, almeno non da sola, ma dev’essere necessariamente accompagnata dalla patente internazionale (viceversa alcuni stati degli USA riconoscono la patente italiana).

CHE COS’È LA PATENTE INTERNAZIONALE

La patente internazionale è un permesso di guida necessario per guidare l’auto all’estero, fatta salva l’esistenza di accordi reciproci tra i Paesi interessati (ad esempio in Europa non serve quasi mai, tranne in Russia, Georgia e Armenia). Non è un documento autonomo ma, come già anticipato, va sempre esibito insieme alla patente vera e propria in corso di validità. Questo perché si tratta sostanzialmente di una traduzione ufficiale multi-lingue del documento di guida nazionale, completo di foto e dati personali. Esistono due distinti modelli di patente internazionale: il modello ‘Convenzione di Ginevra 1949’, valido un anno e molto più diffuso; e il modello ‘Convenzione di Vienna 1968’, valido tre anni. Importante: la validità di entrambi i modelli non può comunque superare la validità della patente nazionale. L’Italia, comunque, riconosce entrambe le convenzioni.

CHI PUÒ CHIEDERE NEGLI USA LA PATENTE INTERNAZIONALE PER GUIDARE IN ITALIA

Un americano che vuole guidare in Italia deve presentare la domanda per ottenere la patente internazionale qualche settimana prima di giungere nel nostro Paese. Per la richiesta è necessario aver compiuto 18 anni e aver conseguito la patente da almeno 6 mesi. Ricordiamo infatti che nonostante negli USA sia possibile iniziare a guidare a 16 anni, per condurre un veicolo in territorio italiano ce ne vogliono sempre 18. Solitamente la patente internazionale rilasciata negli Stati Uniti ha un periodo di validità di 12 mesi, per esigenze superiori occorre farlo presente al momento della domanda. Esiste inoltre un servizio premium fast-track, ovviamente a pagamento, che consente di ricevere il permesso internazionale in poche ore, anche richiedendolo direttamente dall’Italia. Utile per bisogni last minute.

GUIDARE CON LA PATENTE AMERICANA IN ITALIA: INDICAZIONI PER I RESIDENTI

Le indicazioni riportate finora riguardano soprattutto situazioni occasionali, come i viaggi per turismo o brevi trasferte di lavoro. I titolari di patente americana che invece si stabiliscono nel nostro Paese prendendone la residenza, possono guidare in Italia con il documento d’origine fino a un anno dall’acquisizione della residenza. Allegando alla patente una traduzione integrale e ufficiale. Trascorso questo lasso di tempo, per continuare a condurre veicoli sul territorio italiano devono necessariamente conseguire la patente italiana rifacendo gli esami. Questo perché gli Stati Uniti non hanno sottoscritto accordi di reciprocità con l’Italia. L’unica eccezione riguarda il personale diplomatico e i loro familiari, che sono autorizzati a richiedere la conversione della patente americana in italiana (sempre dopo un anno di residenza da noi).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto per disabili

Auto per disabili: tutte le agevolazioni per acquisto e gestione

Cosa si può trasportare in auto? Limiti e sanzioni

Sconto RC auto Coronavirus

Quanto tempo ha l’assicurazione per liquidare un sinistro