Codice armonizzato 96 della patente B

Punti patente: come controllare il saldo

Ci sono tanti modi per controllare con facilità il saldo dei punti patente per poi decidere se frequentare un corso di recupero

18 febbraio 2021 - 19:00

L’introduzione del sistema dei punti patente ha rappresentato una svolta per la mobilità in Italia. L’automobilista è infatti diventato un vero e proprio gestore della licenza di guida. Sa bene che infrangere alcune norme del Codice della Strada comporta la decurtazione da 1 a 10 punti dal saldo totale. Ma soprattutto sa che, terminato il credito, non potrà temporaneamente mettersi al volante. Da una parte il sistema dei punti patente ha così innalzato (soprattutto alla sua introduzione, meno nel corso del tempo) il livello di disciplina generale sulle strade. Dall’altra ha reso più consapevoli i guidatori della gravità delle infrazioni contenute nel CdS. L’infrazione di alcune norme comporta quindi la decurtazione di punti, ma allo stesso tempo una condotta di guida impeccabile viene premiata con la restituzione. Non solo, ma l’automobilista può anche accelerare il recupero dei punti con la frequentazione di corsi specifici (aspetto più criticabile, quando il recupero di punti avviene semplicemente pagando). Ecco quindi che dinanzi a questo saliscendi può non essere semplice tenere il conteggio aggiornato dei punti della patente. In realtà per controllare il saldo basta poco.

COME CONTROLLARE IL SALDO PUNTI PATENTE VIA INTERNET

Si comincia da 20 punti patente. Appena conseguita la licenza di guida, ciascun automobilista si vede accreditato questo punteggio. Le infrazioni al Codice della Strada possono determinarne la decurtazione così come il comportamento disciplinato prevede un accredito progressivo: 2 punti ogni anno fino alla soglia massima di 30 punti. Il modo più semplice per controllare il saldo è attraverso la specifica sezione contenuta nel Portale dell’Automobilista. Si tratta della piattaforma web per l’accesso ai servizi online del Dipartimento dei Trasporti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit). Condizione necessaria per verificare il saldo è la registrazione. L’operazione è rapida e gratuita: basta inserire i dati personali richiesti, tra cui il numero e la scadenza della patente, oltre a un indirizzo valido di posta elettronica per ricevere il messaggio di conferma. Completata la registrazione basta collegarsi di nuovo al Portale dell’Automobilista, accedere con password o con Spid e verificare il punteggio esatto della propria patente.

PUNTI PATENTE: VERIFICARE IL SALDO CON L’APP SULLO SMARTPHONE

Il guidatore può consultare il Portale dell’automobilista sia da dispositivo fisso sia da mobile. Ma c’è anche un modo più rapido per verificare da smartphone il saldo dei punti patente. Il Mit ha infatti sviluppato l’app gratuita iPatent‪e sia per smartphone e tablet Android, da scaricare da Google Play, e sia per iPhone e iPad, da scaricare dall’App Store. L’applicazione consente di controllare il saldo e lo storico dei punti della patente, oltre a offrire una lunga serie di servizi. Pensiamo alla verifica delle scadenze relative alla propria auto, come la revisione e l’assicurazione, o al monitoraggio dello stato delle pratiche e alla consultazione di quelle effettuate in passato. Anche nel caso dell’app iPatent‪e è indispensabile la registrazione al Portale dell’Automobilista, ma c’è un’opzione aggiuntiva: la possibilità di farlo direttamente tramite l’applicazione con l’inserimento dei dati richiesti, tra cui quelli relativi alla patente. Anche iPatent‪e è un canale ufficiale di accesso ai servizi del Dipartimento dei Trasporti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

PER CONTROLLARE IL SALDO PUNTI PATENTE C’È ANCHE UN NUMERO DI TELEFONO

Sebbene il Portale dell’Automobilista e l’app iPatente siano modi molti rapidi per controllare in qualunque momento il saldo aggiornato dei punti patente, tra le opzioni c’è anche la cara e vecchia telefonata. Il numero da chiamare è 848782782 e presenta alcune particolarità. Innanzitutto è attivo 7 giorni su 7 e in qualunque momento della giornata poiché si tratta di un servizio automatizzato. Può essere raggiunto solo da telefono fisso e non da cellulare. Non è gratuito ma prevede l’applicazione del costo previsto per una telefonata urbana secondo il proprio piano tariffario. I dati da indicare sono quelli anagrafici (la data di nascita) e il numero della patente, ma per farlo occorre procedere con la tastiera del telefono e non con la voce. Se per i numeri non ci sono evidentemente difficoltà, per ciascuna lettera occorre digitare * (asterisco), senza distinzione. La voce registrata ripete quindi quanto inserito con l’interlocutore chiamato a confermare o a correggere quanto ascoltato. Nel primo caso conoscerà il saldo dei punti patente. Nel secondo verrà invitato a ripetere la procedura per un massimo di 3 volte.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Foglio di via

Foglio di via auto: rilascio e novità 2021

Si può vendere un'auto con bollo scaduto

Prescrizione bollo auto: tempi, scadenza e istruzioni ricorso

Codice armonizzato 96 della patente B: che cos’è?