Costi patente 2022

Costi patente 2022: sono detraibili?

I costi patente 2022 sono detraibili nella dichiarazione dei redditi? Scopriamo se c'è la possibilità di usufruire di un beneficio fiscale

25 maggio 2022 - 11:55

Quando si avvicina il periodo della dichiarazione dei redditi si contano tutte le spese fatte l’anno prima per verificare se sia possibile detrarle nel 730 o nel modello Redditi Persone Fisiche. Ad esempio in ambito automobilistico sappiamo che a certe condizioni c’è la possibilità di scaricare le spese sostenute per assicurarsi contro gli infortuni del conducente. E per quanto invece riguarda le spese per prendere o rinnovare la patente di guida? I costi patente 2022 sono detraibili? Vediamo cosa dispone l’attuale normativa.

DETRAZIONE COSTI PATENTE

Sgombriamo subito il campo da ogni dubbio: i costi per conseguire o per rinnovare la patente di guida, sia in un’autoscuola che da privatisti, non sono detraibili (con un’eccezione di cui vi parleremo tra poco). Anche se lo Stato prevede la possibilità di scaricare le spese per l’istruzione e i corsi in autoscuola sono a tutti gli effetti corsi di formazione e di istruzione, questi ultimi non rientrano tra quelli che beneficiano dell’agevolazione fiscale. La detrazione del 19% riguarda infatti le spese per la frequenza di scuole dell’infanzia, del primo ciclo di istruzione e della scuola secondaria di secondo grado del sistema nazionale di istruzione, nonché le spese per l’istruzione universitaria, anche di perfezionamento o specializzazione, tenutasi presso università pubbliche o private, italiane o straniere.

+++ Prima di proseguire nella lettura: se preferisci puoi guardare un video in cui riassumiamo con parole semplici i contenuti di questa guida, spiegando se nel 2022 si possono detrarre i costi della patente. +++

COSTI PATENTE 2022: SONO DETRAIBILI LE SPESE MEDICHE?

Scrivevamo però che c’è un’eccezione e difatti qualcosa riguardante la patente che si può scaricare nella dichiarazione dei redditi in effetti c’è: parliamo dei costi della visita medica. Le spese sanitarie sostenute per il conseguimento e il rinnovo delle patente, così come quelle per il rilascio di certificati medici per usi sportivi o per ottenere il porto d’armi, rientrano a pieno titolo tra le spese mediche generiche che sono detraibili nel 730 o nel modello Redditi PF, come da linee guida dell’Agenzia delle Entrate. La detrazione Irpef è del 19% e si applica sull’importo eccedente i 129,11 euro a titolo di franchigia. Ribadiamo che il beneficio fiscale riguarda solamente i costi della visita medica e non quelli dei corsi, delle guide o degli esami.

DETRAZIONE SPESE MEDICHE PATENTE: QUALI DOCUMENTI SERVONO

Per poter usufruire della detrazione fiscale del 19% sulle spese per la visita medica patente, che spetta anche ai familiari a carico del contribuente, occorre presentare in fase di compilazione della dichiarazione dei redditi la fattura o la ricevuta fiscale delle spese mediche sostenute. Ovviamente è necessario che nella fattura sia indicato in modo chiaro che la prestazione eseguita è di carattere sanitario. Inoltre, come da recente disposizione, la spesa dev’essere tracciabile, ossia effettuata con pagamento elettronico o tramite banca.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Costo passaggio di proprietà auto

Costo passaggio di proprietà auto 2023: importo e calcolo

Fringe benefit 2022 tabelle ACI

Auto aziendale: chi può scaricare l’Iva?

Prezzo benzina oggi: quanto costa dopo l’aumento delle accise?