Crash test ANCAP: tante conferme, una grande delusione

Crash test ANCAP: tante conferme, una grande delusione Confermati i buoni risultati appena ottenuti dalle auto europee e giapponesi

Confermati i buoni risultati appena ottenuti dalle auto europee e giapponesi, ma nella nuova tornata di test australiani sorgono alcuni dubbi sulle economiche auto malesi.

12 Febbraio 2011 - 06:02

Sono appena usciti i nuovi risultati dell'Australian NCAP (qui i dettagli sul protocollo utilizzato), svolti in collaborazione con Euro NCAP ma con il protocollo precedente al 2009 (qui i dettagli). Molte auto confermano gli ottimi risultati nel test europeo, e anche molte delle auto testate in Australia raggiungono le 5 stelle per la protezione adulti, tuttavia alcuni risultati non convincono i tester.

BUONE LE EUROPEE – Le ultime 5 stelle di Euro NCAP vengono confermate anche nei test australiani, in questa fase il massimo punteggio per la protezione degli adulti viene raggiunto da: Suzuki Swift, Audi A1, Kia Sportage, Ford Focus e Mazda 2. Per un mezzo punto la Jaguar XF non riesce ad andare oltre le 4 stelle, confermando il risultato Euro NCAP che fu molto sotto le aspettative dei consumatori del segmento (ne parlammo qui).

UN FURGONE SICURO – Degno di nota anche il crash test del Mercedes Vito, testato anche da Euro NCAP (qui la scheda) ma sul mercato australiano il Vito è dotato anche di airbag laterali per la testa. Quindi ANCAP ha deciso di sottoporre il Vito anche al crash test laterale sul palo, superandolo a pieni voti. Quindi con i due punti aggiuntivi portati dagli airbag a tendina la Vito così equipaggiata raggiunge le 5 stelle per la protezione degli adulti (contro le 4 prese in Europa).

STESSI TEST, RISULTATI DIVERSI – Con il crash test della Subaru Impreza viene dimostrato come il nuovo protocollo Euro NCAP sia più evoluto di quello utilizzato dall'ANCAP visto che tiene in considerazione sia le lesioni complete di testa, torace, addome e bacino riportate nel test del palo, sia il tamponamento simulato, nonchè la presenza dell'ESC. Nel test europeo (qui i dettagli) la Impreza risultava pericolosa per le lesioni al torace nel test del palo e il tamponamento mostrava una protezione marginale al colpo di frusta. Per questi motivi col protocollo Euro NCAP 2009 la Subaru ottenne solo 4 stelle. Sommando invece i punti della protezione adulti, e valutandoli con i criteri ANCAP la Impreza ottiene 5 stelle, il massimo risultato possibile. Questo conferma ancora di più che le auto testate da Euro NCAP dal 2009 non possono essere confrontate con quelle testate con il vecchio protocollo, utilizzato oggi da ANCAP.

SICUREZZA GIAPPONESE – Testate anche altre due auto che vengono dal paese del sol levante; la prima è la Honda City, dotata di ESC, che ottiene un buon risultato generale coronato con le 5 stelle, facendo registratre lesioni al peggio ritenute accettabili nei vari test e superando a pieni voti il test del palo; ottimi risultati per la berlina di casa Suzuki, la Kizashi. Lievissime lesioni alle gambe e al torace nel test frontale, urti laterali superati brillantemente ed ESC di serie le permettono di ottenere le 5 stelle ANCAP per la protezione adulti.

DELUSIONE MALESE – Nel gruppo era presente anche la Proton s16, una berlinetta compatta della casa malese. La dotazione di serie è scarsa, la vettura dispone solo del doppio airbag frontale e dei pretensionatori delle cinture di sicurezza, niente ABS e naturalmente manca anche l'ESC. Qualche anno addietro Euro NCAP testò una berlina media della Proton, la Impian (qui la scheda), che totalizzò un poco lusinghiero risultato di 3 stelle. Ma anche in questa occasione la S16 della Proton non comporta bene. Durante il test frontale le cinture premono un po' troppo sul torace e le gambe sono a rischio di ferite di media entità per via delle parti rigide scoperte sotto la plancia. Qualche problema anche per l'estensione delle vertebre del collo, che sono un po' sopra la media. Nell'impatto laterale preoccupa molto la protezione del torace, che è risultata nulla. Quindi oltre al leggero impatto della testa sul montante e la pressione del bracciolo sull'addome, le lesioni sul torace sono letali. La Proton S16 raggiunge il punteggio di 3 stelle, ma l'ultima viene barrata per le gravi lesioni riportate nel test laterale.

TUTTI I RISULTATI – Ricapitolando, questi sono tutti i risultati del test ANCAP di Febbraio 2011:

  • Subaru Impreza – 5 stelle
  • Mercedes-Benz Vito – 5 stelle
  • Suzuki Swift – 5 stelle *
  • Suzuki Kizashi – 5 stelle
  • Audi A1 – 5 stelle *
  • Proton S16 – 3 stelle (pericolo di morte)
  • Kia Sportage – 5 stelle *
  • Jaguar XF – 4 stelle *
  • Honda City – 5 stelle
  • Ford Focus – 5 stelle *
  • Mazda 2 – 5 stelle *

(* testata da Euro NCAP, ma valutata col protocollo ANCAP)

Nella galleria trovate le immagini e i diagrammi riassuntivi di tutte le auto testate in questa “fase” ANCAP.

Commenta con la tua opinione

X