General Motors per l'ambiente: acquisteremo solo pneumatici green

General Motors ambisce a impiegare soltanto pneumatici ecologici per il proprio enorme fabbisogno, inizia l'era delle gomme etiche

General Motors per l'ambiente: acquisteremo solo pneumatici green
Convertirsi alla ecosostenibilità a 360 gradi, questo sembra essere divenuto il motto di General Motors, la storica azienda di Detroit. Oltre a lavorare allo sviluppo di automobili ibride ed elettriche, ha annunciato di volere impiegare soltanto pneumatici green per la propria produzione. Il costruttore ha convocato tutti i propri fornitori per comunicare la decisione ed invitarli ad approvvigionarsi di gomma naturale ottenuta tramite processi più ecologici e sostenibili. Nei propositi di GM l'orientamento del proprio sistema industriale verso una filosofia di maggiore rispetto dei diritti umani e dei lavoratori.

ZERO DEFORESTAZIONE E DIRITTI DEI LAVORATORI

General Motors per l'equipaggiamento di tutti i veicoli acquista ogni anno circa 49 milioni di pneumatici dai principali produttori internazionali. L'azienda americana ha annunciato di ambire ad utilizzare per il proprio fabbisogno il 100% di gomma naturale sostenibile. GM ha stretto un accordo con Bridgestone, Continental, Goodyear e Michelin per delineare un programma ambientale piuttosto articolato. L'intento è quello di sostenere i diritti dei lavoratori del settore della gomma, preservare la fauna selvatica e puntare ad un obiettivo di zero deforestazione. (Arriva dagli USA il progetto di gomme ricavate da uova e pomodori).

DIFFICILE FARE A MENO DELLA GOMMA NATURALE

Per il colosso di Detroit la chiavi per riuscire in questo intento sono la trasparenza e la tracciabilità, così si potrà produrre gomma senza dover ricorrere alla deforestazione e contribuire allo sviluppo economico e sociali nelle zone nelle quali questa materia prima viene raccolta. La gomma naturale continuerà ancora per molto tempo ad essere un materiale indispensabile per la produzione di pneumatici, lo conferma e ne spiega i motivi il Dr. Juan Botero, responsabile Continental per gli USA : "Le proprietà offerte da questo materiale purtroppo non sono state ancora replicate in laboratorio. Madre natura fa un lavoro straordinario con la gomma" (Qui trovi la sperimentazione Continental con mescole vegetali).

I PRODUTTORI SPERIMENTANO ANCHE DA ALTRE FONTI RINNOVABILI

L'industria della gomma naturale produce circa 12 milioni di tonnellate l'anno, il 75% della materia prima è impiegata dal settore degli pneumatici. GM e i produttori che hanno deciso di affiancarla credono che il progetto avrà un forte impatto e sperano che questa iniziativa diventi presto un modello per altri costruttori automobilistici. La gomma naturale è uno dei componenti necessari per realizzare uno pneumatico, i produttori sono alla costante ricerca di soluzioni per rendere gli pneumatici sostenibili. Si sta ad esempio sperimentando il lattice ricavato dal Tarassaco, così come vengono testati i prodotti di scarto della canna da zucchero, la paglia di mais o piante come il Guayule, un arbusto per il quale Pirelli ha avviato una sperimentazione congiunta con Eni Versalis e il Politecnico di Milano (Leggi qui i dettagli della sperimentazione Pirelli).

Pubblicato in Pneumatici Auto il 18 Maggio 2017 | Autore: Gabriele Amodeo


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri