Camion contro colonna di auto: un crash test evitabile?

Camion contro colonna di auto: un crash test evitabile?
Crash test ADAC - Tamponamento a catena
Uno scenario drammatico, per mettere alla luce cosa si potrebbe evitare se tutti i mezzi pesanti fossero dotati di un dispositivo di frenata automatica. Ecco cosa ha voluto simulare l'ADAC (Automobil Club Tedesco) in questo devastante crash test: un autocarro, lanciato a 70 km/h, va ad impattare su due auto ferme in colonna dietro ad un altro camion. Un impatto devastante, simile a quello già visto qualche tempo fa nel crash test tra camion con sponda aperta e auto e auto contro rimorchio.

RISULTATI DISASTROSI –

In una frazione di secondo le due vetture vengono letteralmente schiacciate fra i due camion. Le automobili sono irriconoscibili e, come si può ben immaginare, gli occupanti hanno poche probabilità di uscire vivi dai due mucchietti di lamiere. Non sono stati utilizzati dei manichini strumentati per questa simulazione, ma solamente dei fantocci di gommapiuma, considerata la violenza del test. Nonostante la massa relativamente ridotta del camion (5,5 tonnellate) i risultati finali sono drammatici. Le auto sono un po' vecchiotte è vero, tuttavia anche le auto di oggi, notevolmente più robuste, non riuscirebbero a proteggere adeguatamente i passeggeri. Pertanto il nostro consiglio è di evitare il più possibile di viaggiare tra due camion vicini, in modo da non trovarvi in una condizione di potenziale pericolo. Farete meglio a sorpassare l'eventuale colonna di camion e rientrare quando la corsia a destra sarà libera, ovviamente traffico e velocità permettendo.

ALLE AUTO SEMPRE LA PEGGIO –

In caso di tamponamento fra auto e camion, gli autisti dell’autocarro grazie alla massa notevole sono sempre salvaguardati. In Germania le statistiche del 2009 parlano di 58 morti in caso di urto fra automobili e autocarri, mentre sono oltre 4500 i feriti registrati tra gli occupanti delle auto. Il rischio di ferite letali è superiore di 3 volte se la collisione avviene contro un autocarro rispetto agli incidenti tra automobili.

UN RIMEDIO EFFICACE –

Dal 2013 tutti gli autocarri di nuova omologazione dovranno disporre di un assistente di frenata, e dal 2015 anche tutte le nuove immatricolazioni devono esserne equipaggiate. Attualmente si richiede che il sistema eviti l’impatto a partire da una velocità di 10 km/h, un valore veramente ridicolo, ma alcuni test ADAC hanno dimostrato l’efficacia del sistema anche a velocità superiori. Per un funzionamento ottimale il sistema dovrebbe riuscire a ridurre la velocità dell’autocarro di 40 km/h, per evitare le gravi conseguenze di un tamponamento autostradale. Il sistema che avvisa del ridursi della distanza di sicurezza e la frenata assistita rendono la guida degli autocarri più sicura e con meno perdite economiche, il conducente viene avvisato e il mezzo inizia a frenare in autonomia, mitigando le gravi conseguenze di un incidente, o meglio eliminandole del tutto.
Qui sotto il video sottotitolato in italiano del crash test ADAC


Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri