Nissan X-Trail 1.6 4WD: prova su strada approfondita

Comoda e spaziosa, la nuova X-Trail si è fatta apprezzare per le prestazioni brillanti ed i consumi contenuti

4 marzo 2015 - 14:56

Lanciata nel 2001, la Nissan X-Trail, dopo un aggiornamento nel 2007, si presenta, in questa terza serie, profondamente rinnovata. La linea ora è moderna e grintosa grazie ad un nuovo frontale con fari allungati (presi in prestito dalla nuova Qashqai), paraurti pronunciati e ad una coda massiccia che da un lato lascia spazio ai 7 posti e dall'altro ricorda le origini del modello (nato, nella prima serie, come un fuoristrada civilizzato). Con queste caratteristiche la nuova X-Trail va a sostituire in un colpo solo sia la serie precedente sia la Qashqai+2. La nuova X-Trail è basata sulla piattaforma CMF (Common Module Family), ideata dall'Alleanza Renault-Nissan e progettata in Europa. La nuova X-Trail è in vendita negli allestimenti Visia, Acenta e Tekna mentre la motorizzazione è unica: un 1.6 da 130 CV e 320 Nm di coppia che può essere accoppiato ad un cambio 6 marce manuale o a un automatico X-Tronic, sempre 6 marce. La trasmissione può essere 2WD o 4WD ma in questo caso non si può scegliere l'automatico. Abbiamo messo alla frusta il top di gamma con la trazione integrale, ecco come è andata.

IN OFFICINA – La nuova X-Trail è lunga 4,64 metri, larga 1 metro e 70 e larga 1 metro e 82. Il bagagliaio varia da 550 litri, in configurazione 5 posti, a 1980 litri con tutti i sedili abbassati. Sul ponte X-Trail mostra sospensioni anteriori di tipo Mc Pherson mentre al retrotreno è presente un multilink. Manca il differenziale centrale, segno che la vettura può percorrere fuoristrada di livello medio. Nel vano motore il controllo dei livelli risulta agevole con l'astina livello olio motore che è incorporata nel tappo di riempimento. Il 4 cilindri 1.6 (codice R9M) è un progetto più fresco e deriva dal 1.9 dCi (codice F9Q) con il quale condivide i valori di corsa. La cilindrata di 1598 cm³, infatti, scaturisce dalle misure di alesaggio e corsa di 80×79.5 mm mentre il 1.9 dCi aveva misure caratteristiche di 93×79.5 mm: rispetto a questo motore sono cambiati il 75% dei componenti e sono stati depositati 30 brevetti. I giochi tra i vari pannelli di carrozzeria sono ridotti e costanti; buona la cura nella realizzazione delle guarnizioni porte per insonorizzare meglio l'abitacolo. Il manuale di istruzioni per l'utente è dettagliato e di buona grafica. Tagliandi di manutenzione programmata ogni 30 mila Km o 1 anno. La durata della garanzia è di 3 anni/100 mila Km, verniciatura 3 anni Km illimitati, corrosione passante 12 anni/km illimitati.

INTERNI – Il disegno della plancia è sobrio ma comunque gradevole; morbidi e ben assemblati i rivestimenti. Il quadro strumenti comprende tachimetro e contagiri, di grandi dimensioni, che rispettivamente ospitano l'indicatore livello carburante e l'indicatore temperatura liquido di raffreddamento; al centro è presente un display a colori da 5″ che riporta tutte le informazioni del computer di bordo oltre alla ripetizione dei segnali stradali, l'indicazione della pressione degli pneumatici e distribuzione della coppia tra gli assi. La consolle centrale comprende lo schermo touchscreen da 7″ del sistema Nissan Connect con navigatore integrato e, nella parte inferiore, ospita i comandi del climatizzatore automatico bizona. Il freno di stazionamento elettrico si comanda tramite apposito pulsante sul tunnel centrale; anche l'avviamento motore avviene tramite pulsante. Comoda la posizione di guida offerta dal sedile in pelle caratterizzato da una buona ergonomia. Le regolazioni sono di tipo elettrico mentre il volante è regolabile in altezza e profondità tramite comandi meccanici. Il sedile posteriore (si sta bene anche in 3 persone) è posizionato più in alto rispetto ai sedili anteriori, per intenderci a mo' di gradinata, e garantisce anche ai passeggeri posteriori una buona visione sulla strada ed è inoltre scorrevole e divisibile. I due passeggeri della terza fila hanno poco spazio per le gambe, non tanto in lunghezza quanto in altezza, e si ritrovano, di fatto, con le ginocchia vicino al petto; anche l'accesso è un po' complicato e rende pertanto la terza fila usufruibile facilmente solo dagli adolescenti.

INFOTAINMENT – La nuova X-Trail monta il sistema Nissan Connect che offre la connettività con gli smartphone e permette di accedere a numerose app di musica, social networking e intrattenimento; inoltre, tramite il display touchscreen a colori da 7″ ad alta definizione si possono usare i servizi di ricerca e Send to Car per pianificare gli itinerari. Sono previsti anche lo streaming audio Bluetooth, la connettività con i telefoni cellulari, gli ingressi Aux-in e USB e una radio DAB (Digital Audio Brodcasting). L'uso del navigatore è facile ma le mappe non sono del tutto aggiornate. Soddisfacente la funzionalità bluetooth e rapida la connessione iniziale del telefono. Noi abbiamo testato un Samsung S3. La qualità audio del sistema è più che discreta, solo sufficiente la potenza; data la classe del veicolo ci aspettavamo di più.

SU STRADA – Buona la visibilità a bordo grazie alle ampie superfici vetrate; apprezzabile la telecamera in retromarcia e molto utili gli spechi retrovisori di dimensioni generose. Su strada il SUV giapponese si caratterizza per la notevole tenuta di strada (tenendo conto della tipologia di veicolo) e per l'ottimo assorbimento sulle sconnessioni; il rollio è contenuto mentre il beccheggio è notevole. Buona l'insonorizzazione dell'abitacolo anche a velocità autostradali. Buona la frenata, soprattutto la modulabilità del pedale. Ottimo il motore che sale di giri agevolmente e risponde prontamente ai comandi dell'acceleratore. Molto buona la manovrabilità del cambio a 6 rapporti con innesti precisi e poco contrastati. Nella media lo sforzo da applicare alla frizione (ben modulabile). Corretta la scelta di pneumatici poco ribassati 255/55 R18. Bene anche i freni, modulabili e con spazi di arresto rassicuranti e lo sterzo leggero anche se poco preciso. Il sistema Start&Stop si è dimostrato veloce e silenzioso. Il consumo di carburante si attesta sui 6,4 litri/100 km nel misto con l'uso del climatizzatore e con lo Start&Stop inserito; in città rilevata una media di 8,8 litri/100 km. La Casa dichiara 5,3 litri/100 Km con emissioni di CO2 di 139 g/km.

SICUREZZA – La Nissan X-Trail ha ottenuto le 5 stelle nel crash test Euro NCAP con una protezione dell' 86 % per gli adulti e dell' 83 % per i bambini; dispone di serie di airbag frontali, laterali e a tendina e pretensionatori anteriori. Presenti i ganci isofix. Di serie ESP su tutte le versioni. Di serie sulla vettura in prova il Il sistema Safety Pack di Nissan, comprende il rilevamento segnaletica stradale, avviso cambio corsia, fari abbaglianti automatici, dispositivo frenata d'emergenza, sensori di parcheggio anteriori e posteriori. Presente anche il Nissan Safety Shield: il sistema di frenata di emergenza, che esegue una scansione radar del tratto di strada davanti al veicolo: inizialmente, emette un allarme acustico per segnalare l'avvicinamento all'auto che precede, poi se il guidatore non agisce inizia a frenare e, se la distanza continua a diminuire, frena al 100%. Il rilevamento stato di allerta del guidatore, che analizza lo stile di guida per 10 minuti e controlla i movimenti dello sterzo, accendendo una spia sul cruscotto non appena diventano incostanti. una telecamera anteriore che rileva e mostra automaticamente i segnali dei limiti di velocità. C'è poi l'avviso di cambio di corsia involontario che segnala le deviazioni dell'auto rispetto alla corsia di marcia, rilevando anche la segnaletica orizzontale più sbiadita. Il sistema di copertura degli angoli ciechi, invece, sfrutta la retrocamera anteriore per individuare i veicoli che si trovano nell'angolo cieco degli specchietti retrovisori, su entrambi i lati dell'auto. La presenza di veicoli viene segnalata con una spia nel retrovisore esterno e se il sistema rileva una potenziale collisione con un veicolo che sta sopraggiungendo, si aggiunge un allarme sonoro. La X-Trail è dotata anche dell'Around View Monitor, il sistema di ausilio al parcheggio con visuale aerea a 360° che segnala la presenza di oggetti tutti intorno al veicolo, con la telecamera posteriore che ha un angolo superiore ai 180°. Infine, la regolazione automatica dei fari anteriori gestisce automaticamente il passaggio da anabbaglianti ad abbaglianti.

CONCLUSIONI – La Nissan X-Trail è un SUV di dimensioni sicuramente non compatte ma in ogni caso non esagerate, è spaziosa all'interno e ha tante frecce al proprio arco. Si parte da 27 mila 700 Euro per la versione Visia 2WD per arrivare ai 36 mila 300 Euro del top di gamma 1.6 dCi 4WD Tekna che ha di serie tra le altre cose portellone elettrico e interni in pelle. La versione in prova con vernice metallizzata (650 Euro), sistema intelligente per la trazione integrale All-Mode 4x4i (2 mila 500 Euro), 7 posti con tetto apribile (1450 Euro) arriva a 41 mila 100 Euro, un prezzo che la mette in concorrenza anche con prodotti più blasonati.

PRO

  • Consumi contenuti e prestazioni brillanti
  • Abitacolo modulare e spazioso
  • Buon comportamento su strada
  • Dotazione di sicurezza di ottimo livello

CONTRO

  • Prezzo della vettura in prova importante (sfora la soglia psicologica dei 40 mila Euro)
  • Impianto audio migliorabile

Commenta per primo