Sospensioni predittive: come una telecamera migliora anche il confort

Le sospensioni pneumatiche intelligenti possono anticipare le buche, dietro questa magia una telecamera controlla la strada 18 volte al secondo

18 luglio 2019 - 13:02

Le sospensioni pneumatiche e poi quelle attive non sono certo una novità dei nostri giorni, ma con la diffusione dei radar e telecamere hanno assunto la capacità di anticipare le buche. Un’innovazione che oltre ad elevare il confort, migliora anche la sicurezza di guida. La rapidità del conducente nell’evitare una buca viene battuta dall’elettronica che sulla nuova Audi A8 è capace di modificare l’assetto in 5 decimi di secondo. Il funzionamento delle sospensioni predittive ruota attorno alla telecamera frontale dei sistemi ADAS, gli occhi ormai di tutte le nuove auto più sicure.

COME FUNZIONANO LE SOSPENSIONI PREDITTIVE AUDI

I lettori più attenti ricorderanno che anche su SicurAUTO.it abbiamo già parlato di sospensioni attive, ma l’innovazione del sistema Audi sta nell’impiego di motori elettrici collegati alle sospensioni delle ruote. Gli elettro-attuatori possono agire sulle singole ruote alzando o abbassando la sospensione fino a 85 mm rispetto alla posizione di riposo. Il sistema così sviluppato consuma tra i 10 e i 200W, molto meno di un sistema pneumatico tradizionale. La capacità predittiva di anticipare le buche si ottiene combinando la reazione fulminea dei motori elettrici alla telecamera anteriore. L’obiettivo scansiona le immagini dell’asfalto 18 volte al secondo e in pochi millisecondi smorza le oscillazioni e i contraccolpi che provocherebbe una buca.

SOSPENSIONI ELETTRO-ATTUATE IN POCHI MILLISECONDI

Gli attuatori elettromeccanici collegati alle singole sospensioni sono alimentati a 48V e collegati tramite un sistema di trasmissione a cinghia che porta la coppia utile del motore elettrico fino a 1100 Nm. Questa forza viene applicata a un elemento cilindrico di acciaio collegato a una barra di torsione in titanio che ha 20° di rotazione. Dalla fine del tubo rotante, la forza viene trasmessa alla sospensione tramite una leva e un’asta di accoppiamento alla sospensione e agisce sul montante della molla (davanti) e in direzione trasversale alla sospensione (dietro). L’impulso prodotto dal sistema di sospensioni predittive è breve ma intenso.

FUNZIONE CONFORT PER I PASSEGGERI CHE SALGONO E SCENDONO

Nella guida la differenza la fa la stabilità dell’auto oltre al confort. La nuova Audi A8 infatti sottoposta a un’accelerazione laterale di 1g contiene l’inclinazione del telaio a 2 gradi, rispetto ai 5 gradi di un sistema di sospensioni standard. Questo produce dei vantaggi non trascurabili nella maneggevolezza e nel controllo in caso di manovre di emergenza qualora fossero necessarie. La sospensione attiva predittiva assiste anche gli occupanti in salita e discesa. Quando si aziona la maniglia dell’Audi A8, il corpo vettura si alza rapidamente fino a 50 mm. “L’A8 si inclina nelle curve fino a un massimo di 3 gradi, piuttosto come una moto. Spiega Audi “L’effetto riduce le forze trasversali da 80 a 130 km / h   e con accelerazione laterale fino a 0,4 g”. Il sistema di sospensioni predittive è chiaramente una chicca da “cruiser”, infatti sarà disponibile al prezzo di 5450 euro a partire da agosto 2019 in Germania.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Osram: in arrivo le lampade a LED con filamento omologate e legali

Auto familiari e seggiolini: solo 4 su 18 adatte a 3 bambini nel 2019

turbo-elettrici

Turbo elettrici: zero ritardi e l’ambiente ringrazia