Prezzi in officina alti per il 6% degli autoriparatori a novembre 2019

I prezzi in officina sono alti, lo pensa il 5% degli autoriparatori in più a novembre 2019, ma sale anche l’attività di riparazione e manutenzione auto

11 dicembre 2019 - 9:37

I prezzi in officina a novembre 2019 aumentano per il 6% degli autoriparatori: è quanto emerge dalle rilevazioni sulla manutenzione auto dell’Osservatorio Autopromotec. Rispetto al mese precedente a un aumento dell’attività di riparazione corrisponde anche una maggiore percezione del caro prezzi. Ecco tutti i dati sull’andamento di prezzi e attività di manutenzione auto dal punto di vista degli autoriparatori.

L’ATTIVITA’ DELLE OFFICINE STAZIONARIA PER IL 69%

La percentuale di autoriparatori che hanno giudicato alta l’attività di officina è salita infatti a novembre al 18% dal 15% di ottobre, mentre la percentuale di autoriparatori che hanno valutato basso il livello di attività è diminuita, sempre in novembre, al 13% dal 16% di ottobre. La tendenza all’aumento dell’attività registrata a novembre è comunque molto lieve dato che la maggioranza degli interpellati (il 69%) ha ritenuto che il livello di attività si sia mantenuto normale.

ANDAMENTO PREZZI IN OFFICINA PER LA MANUTENZIONE

Per quanto riguarda i prezzi in officina, dal Barometro emerge che tra ottobre e novembre è aumentata dall’1% al 6% la quota di autoriparatori che segnalano un alto livello dei prezzi. È cresciuta anche la quota di coloro che indicano un basso livello dei prezzi (dal 12% al 15%), mentre le indicazioni di normalità si sono ridotte dall’85% al 79%.

PREVISIONI FUTURE SU PREZZI E MANUTENZIONE AUTO

Per il volume delle attività di autoriparazione, secondo i giudizi degli interpellati espressi in novembre, viene confermata una lieve tendenza all’incremento. Il 15% degli autoriparatori ha dichiarato di attendersi un aumento dell’attività nei prossimi 4 mesi. L’11% invece ha ritenuto che vi possa essere una diminuzione, seppur in un contesto in cui la maggioranza (74%) ha indicato una situazione di stabilità. Per i prezzi, viene confermata una leggera tendenza alla diminuzione. Solo l’1% degli operatori interpellati si attende infatti un aumento del livello dei prezzi, contro l’8% di chi si attende un calo, seppur in quadro complessivo dominato da giudizi di stabilità (91%).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Lampade Xenon aftermarket: Osram presenta le Xenarc D5S

Auto diesel Euro 6: inquinano fino a 1000 volte di più

I migliori liquidi lavavetro antigelo per l’inverno