Yokohama: per risparmiare carburante le gomme avranno micro spoiler

Al prossimo Salone di Tokyo Yokohama presenterà le gomme aerodinamiche che migliorano la penetrazione riducendo turbolenze e consumi

19 ottobre 2015 - 18:09

Il mondo dell'automobile è in continua evoluzione, a tal punto che nessun comparto viene trascurato né tanto meno ignorato dagli addetti ai lavori. Per ricercare le migliori prestazioni e i risultati più confacenti in termini di consumo ogni aspetto dell'automobile viene preso in analisi e sviluppato, affinché qualche “genialata” possa recare i benefici tanto inseguiti. La Yokohama gomme ha così reso noti i risultati di un suo particolare studio.

QUESTIONE DI “ARIA” – Lo abbiamo ripetuto svariate volte, occupandoci spesso di pneumatici: sono l'unica componente dell'automobile che garantisce il contatto con il fondo stradale  e la loro funzione è di primaria importanza per le prestazioni che si raggiungono, ma soprattutto per la sicurezza. Proprio per questo motivo, da anni ormai, tutti i Costruttori di pneumatici investono molti soldi per sviluppare entrambe le aree di interesse del prodotto gomma. Questo mette in risalto l'importanza che il pneumatico con il tempo ha acquisito quando si parla di automobili e delle prestazioni che queste permettono, nelle svariate condizioni meteo e sempre cercando di lavorare nella massima sicurezza. Così il comparto pneumatici (qui una panoramica dei marchi premium e delle “seconde linee) viene sviluppato sotto ogni aspetto, provando nuovi materiali, accostandolo alla tecnologia moderna, ma anche proponendo soluzioni fin'ora mai viste, come nel caso della Yokohama, che ha pubblicato un suo studio sull'aerodinamica dei pneumatici.

L'IDEA – L'intuito di Yokohama è stato quello di osservare la tecnologia che consente di rilevare i corretti valori aerodinamici degli pneumatici avvolti dai flussi d'aria quando ogni pneumatico è in movimento (foto sopra). Il passo successivo è stato quello di riflettere sull'applicazione della nuova tecnologia in grado di ridurre la portanza e la resistenza aerodinamica del veicolo: perché mai non dovrebbe aiutare il pneumatico a migliorare l'efficienza del carburante e la sicurezza dei veicoli? È iniziato così lo studio di Yokohama, uno studio che ha mosso i primi passi nel dicembre del 2012 e da subito condotto in collaborazione con un team dell'Institute of Fluid Science della Tohoku University. Yokohama ha così sviluppato una tecnologia per introdurre alette a forma di pinna disposte a raggio sulla parte interna del pneumatico al fine di ridurre la resistenza aerodinamica all'interno dei passaruota.

GLI SVILUPPI – Sono stati notevoli i risultati ottenuti dalla Yokohama dopo i primi periodi di osservazione: le alette sul fianco esterno del pneumatico (foto sopra) aiutano a ridurre la resistenza aerodinamica del veicolo quando si trovano sulla parte superiore del pneumatico (durante la rotazione), mentre sopprimono la portanza aerodinamica del veicolo sulla parte inferiore del pneumatico. Con il passare del tempo sono state trovate soluzioni sempre più curate e dettagliate, mirate alla scoperta del migliore posizionamento e dimensionamento di fossette e alette con cui si cerca di accelerare la ricerca verso un design del pneumatico in grado non solo di migliorare la sicurezza e la resistenza della gomma,  ma anche il consumo di carburante.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tasso alcolemico

Tasso alcolemico sopra i limiti: c’è reato se l’auto è ferma?

L’AEB difettoso può frenare senza motivo: i falsi positivi sulle Nissan X-Trail

Incidenti stradali estate 2019

Incidenti stradali estate 2019: aumentano sinistri e vittime