[VIDEO] Addio cristalli scheggiati: Ford testa il parabrezza infrangibile

La tecnologia Gorilla Glass su un parabrezza, può renderlo più leggero e resistente anche ad una grandinata record. Guarda il video del test

17 dicembre 2015 - 15:47

Il vetro Gorilla è molto più duro di quelli normali, anche se temperati, e questa proprietà – conservata anche con spessori minimi – lo ha reso un best seller nei dispositivi mobili quali cellulari, portatili e tablet. Arriverà anche sulle automobili? Il video che vi presentiamo conferma positivamente l'ipotesi!

LA SPORTIVA E IL GORILLA – In effetti alla base di questo video c'è l'annuncio – diramato da Ford e Corning, l'azienda americana che ha brevettato il Gorilla Glass – che la supersportiva GT model year 2017 avrà uno dei tre strati del parabrezza – il più interno – costruito proprio con questo durissimo materiale. Il Gorilla Glass, arrivato alla quarta generazione, nasce sulla spinta della miniaturizzazione degli apparati mobili: se l'elettronica e lo châssis di uno smartphone o di un tablet possono essere “schiacciati” fino ad uno spessore di pochi millimetri sarebbe assurdo avere un vetro di copertura spesso quanto tutto il resto. Ma un vetro tradizionale sottile quanto un guscio d'uovo avrebbe la stessa resistenza e si è perciò cercata l'alternativa. L'impiego nelle automobili è stato spinto proprio da questa robustezza, che permette di ridurre lo spessore e quindi il peso del parabrezza. In effetti il Gorilla Glass ha vinto nel 2014 il BMW Supplier Innovation Award nella categoria delle costruzioni leggere ed esso viene usato nella i8 per isolare acusticamente il motore posteriore. Nel video qui sotto potrete vedere Hau Thai-Tang, del dipartimento Global Purchasing di Ford, lodare la leggerezza di questo parabrezza, che permette di risparmiare kg preziosi a tutto vantaggio di dinamica, consumi ed emissioni. Il vetro Gorilla sarà anche impiegato nella cover del vano motore. Se vedere le linee grintose della Sportivissima GT è emozionante, osservare come vengono condotti i test, con una palla di ghiaccio da 44 millimetri sparata a 115 km/h su un campione di Gorilla Glass, è impressionante: un video da guardare assolutamente!

LA PRIMA IN SERIE – La Ford GT sarà la prima auto prodotta in serie (anche se il listino di circa 400.000 $ non la renderà così diffusa) con il parabrezza in gorilla Glass ma è lecito aspettarsi una successiva propagazione di questo materiale anche alle auto più “terrestri”. Questa durezza, che verrà testata anche nella galleria del vento e in roll test,  non farà felici gli artigiani che cambiano i vetri, così esperti da sfidarsi in veri campionati, ma sarà un vantaggio per gli automobilisti. Il segreto del Gorilla è un cambiamento nella tempera che vuole ovviare alla fragilità causata dalle tensioni interne – che conferiscono molta durezza – introdotte da questo processo: un semplice graffio o un piccolo urto possono squilibrare le tensioni, portando così ad una rottura a volte esplosiva. Il processo Corning crea degli strati esterni “di compressione” che ingabbiano lo strato interno in tensione; dato che essi sono piuttosto spessi le imperfezioni e i danni superficiali non riescono ad arrivare al nucleo in tensione e il vetro risulta molto più resistente alla rottura così come ai graffi.

IL SEGRETO È NEGLI IONI – Anche la produzione è particolare: il vetro fuso riempie uno speciale contenitore e la lastra si crea per gravità, grazie al materiale che trabocca e scende lentamente senza il contatto con alcun macchinario. Dopo aver tagliato la lastra – che grazie a questo processo produttivo ha superfici estremamente lisce – i singoli pezzi vengono immersi in un bagno di sali fusi ad alta temperatura, il cuore di quel processo d'indurimento superficiale che rende il Gorilla Glass così resistente. La miscela di sali a 400 C° innesca un processo di ion exchange che porta alla sostituzione di ioni Sodio con ioni Potassio: una volta che il vetro è solidificato le superiori dimensioni di questi ultimi provocano quella compressione che rende così dure e protettive – nei confronti del nucleo temperato in tensione – le superfici dei vetri Gorilla. La super-grandine sparata durante le prove non rovina così il vetro, cosa che purtroppo ancora non accade per la vernice: per fortuna l'Esperto ci dice come scoprire difetti e danni occulti di quest'ultima!

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Brand auto: oltre 1 su 2 ricompra Toyota. La classifica 2022

Polizze RC auto 2022: solo il 14,4% sono stipulate online

FIA lancia Drive with Care per la sicurezza stradale nel mondo