Trappola di ghiaccio sull'A3. Adiconsum: “Anas rimborsi gli automobilisti”

L'Adiconsum chiede all'Anas di risarcire i consumatori coinvolti nel blocco dovuto alla neve

22 gennaio 2016 - 10:00

Non si placa la bufera sull'Anas, per la “prigione” di ghiaccio sull'A3 Salerno-Reggio Calabria. Circa 200 auto sono rimaste “intrappolate” per una decina di ore. Sono una trentina di deputati calabresi del Pd che hanno sottoscritto l'interpellanza urgente al Governo dopo il blocco dell'A3 che tre giorni fa ha tenuto “ingabbiati” gli automobilisti. Immediate le polemiche sui temi e le modalità degli interventi. Anas ha aperto subito un'indagine. E giudici vogliono vederci chiaro: leggi qui. Ora, a scrivere, sono i politici, come riporta ilgiornaledellaprotezionecivile.it.

L'ATTACCO – “Riteniamo inaccettabile quanto accaduto lungo il tratto calabrese della A3 Salerno-Reggio Calabria. Per questo, chiediamo al Governo, con un'interpellanza urgente presentata da tutti i deputati calabresi del Pd e sottoscritta da oltre 30 colleghi, quali iniziative intenda assumere, per quanto di propria competenza, per evitare che simili drammatici disagi possano verificarsi nuovamente”. Lo ha detto il segretario regionale del Partito democratico calabrese, Ernesto Magorno. Gli fa eco il senatore Antonio Caridi: “Rimane lo scempio dell'A3 Salerno-Reggio Calabria: fondi stanziati solo sulla carta, opere di ammodernamento annunciate e mai realizzate, sogni di modernità, che si tramutano, invece, nei peggiori incubi. L'A3 rimane una mulattiera, sulla quale Renzi e Delrio [il ministro dei Trasporti] ridono e scherzano mentre le gente rimane per ore bloccata, come se si trovasse all'interno di una prigione per un reato non commesso, code interminabili, disagi di ogni tipo e infine la morte”.

ADICONSUM: “RIMBORSI” – Invece, secondo l'Adiconsum, tutte le concessionarie autostradali e stradali devono garantire il diritto al transito veicolare approntando tutte le misure del caso, soprattutto poi per eventi meteorologici già annunciati e anche prevedibili date le bassissime temperature di questi giorni. Ma l'Adiconsum chiede all'Anas di far parte della commissione d'inchiesta messa in piedi dal gestore. Obiettivo, risarcire gli automobilisti per i disagi subiti attivando una procedura di conciliazione paritetica: presenti, cioè, tutte le parti coinvolte.

COME NEL 2010 – La terribile disavventura di questi 200 automobilisti sull'A3 ricorda quella sull'A1 del 2010, nei pressi di Firenze: vedi qui. Parliamo della nevicata su Firenze fra il 17 e 18 dicembre 2010, bloccando il tratto dell'Autostrada del Sole che collega il capoluogo toscano ad Arezzo, e che bloccò migliaia (non 200) di automobilisti: questi avevano superato i caselli in questione senza trovare alcuna indicazione. Ci furono i rimborsi da parte del gestore, Autostrade per l'Italia, che chiese qualche informazione in più riguardo all'entità del disagio, in maniera da quantificare l'indennizzo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto abbandonate suolo pubblico privato

Auto abbandonate: come rimuoverle dal suolo pubblico e privato

Guard rail non a norma: Comune di Roma condannato in appello

Guai in Italia per FCA: l’accusa del Fisco di aver “nascosto” 5 miliardi