Toyota, stop alla produzione in Giappone per colpa del Tifone Lan

Toyota teme le conseguenze del tifone che si sta abbattendo sul Giappone e in via precauzionale ferma la produzione in tutti gli stabilimenti

23 ottobre 2017 - 10:00

Dopo essersi accanite contro i caraibi e l'America Centrale, le forze della natura minacciano pesantemente l'estremo oriente. In Giappone è allarme rosso per l'arrivo del tifone Lan, atteso nelle prossime ore sulle coste dell'arcipelago. Grazie agli avvisi lanciati con largo anticipo sull'arrivo del violento fenomeno sono state prese contromisure per contenere danni a cose e persone. La Casa costruttrice Toyota ha annunciato che da oggi sospenderà la produzione in tutti gli stabilimenti nipponici del marchio e in quelli delle aziende controllate. Si tratta di una misura precauzionale eccezionale e dai costi notevoli ma grazie alla quale non si metteranno in pericolo le vite dei lavoratori (Leggi qui le ultime novità su Toyota).

ATTESI VENTI A 200 KM/H E PIOGGE TORRENZIALI Il tifone Lan si sta spostando dalle Filippine, verso nord, alle coste giapponesi. Nelle prossime ore è previsto il suo impatto sull'isola meridionale di Okinawa e, secondo le previsioni dell'Agenzia Meteorologica giapponese, arriverà portando venti fino a 200 chilometri orari. Già nel weekend a causa delle fortissime precipitazioni migliaia di persone sono state evacuate dalle loro case e messe al sicuro in strutture più solide, allo stesso modo sono stati cancellati centinaia di voli di linea e collegamenti ferroviari. La macchina dei soccorsi si è mossa in maniera esemplare per contenere al massimo disagi e rischi per le persone (Toyota ha deciso di investire 1 miliardo sull'intelligenza artificiale).

MEGLIO IL FERMO DELLA PRODUZIONE CHE UN DISASTRO La decisione di Toyota di dare uno stop generale alla produzione è stata comunicata da un portavoce all'agenzia di stampa internazionale Reuters. In via precauzionale il costruttore ha scelto di salvaguardare la vita dei propri lavoratori e mettere per tempo in sicurezza le strutture; a fermarsi non saranno soltanto i siti produttivi a marchio Toyota ma anche quelli di tutte le aziende e brand controllati dal colosso giapponese. I costi del fermo produzione, visti i volumi del costruttore, sono notevoli ma sicuramente più contenuti rispetto a quelli che potrebbe causare un tifone così violento (Nissan intanto aveva annunciato lo stop per altri motivi, scopri quali).

IL TIFONE LAN HA GIA' UCCISO IN GIAPPONE Classificato come tempesta di categoria 4, il tifone Lan ha già mietuto due vittime; ne ha dato notizia l'agenzia di stampa nipponica Kyodo e si tratta di un pescatore, investito dal fenomeno naturale a bordo della sua imbarcazione, e di un uomo colpito da un'impalcatura fatta crollare da vento e pioggia. La stessa agenzia ha cercato di dare rassicurazioni sulla perdita di potenza del tifone; passato rapidamente da categoria 5 a 4, quando nei prossimi giorni giungerà a lambire i confini di Tokyo potrebbe declassarsi fino a categoria 2. Rimane comunque l'allerta massima, il servizio meteorologico ha così avvisato: “Il vento e la pioggia si rafforzeranno durante la notte, quindi prendete le misure necessarie al più presto, preferibilmente prima che diventi buio”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trasformare un'auto in elettrica

Trasformare un’auto in elettrica: in arrivo un bonus del Governo

Parabrezza montato male: cosa succede in caso d’incidente?

Codice della Strada

Codice della Strada: attenti alle ‘bufale’ in rete