Test Interni auto: nuovo Centro tecnico in Europa da 4 milioni di euro

Le auto cambieranno molto anche dentro ed è per questo che Yanfeng apre un Centro prove in Slovacchia: 4 milioni per gli interni del futuro

28 aprile 2017 - 16:01

Sospensioni, motori, climatizzatori, lamierati: di quante migliaia di pezzi è fatta un'automobile! Quel che non si vede dev'essere bello “tosto”: basta pensare a turbocompressori che lavorano al calor rosso, alberi motore che fanno miliardi di giri e sospensioni che incassano milioni di colpi. Anche le parti più soft di un veicolo non sono però da meno: il loro lavoro è meno gravoso ma, dovendosi interfacciare con gli essere umani, devono essere morbidi e “amichevoli” pur resistendo ad anni di impiego. Un pannello porta o un sedile sono quindi componenti sofisticati (leggi dei sedili delle auto del futuro cuciti dai robots) ed è per questo che il grande fornitore Yanfeng apre un altro, importante centro tecnico in Slovacchia.

INAUGURAZIONE UFFICIALE L'evento è di ieri e riguarda Yanfeng Automotive Interiors, player globale nel settore degli interni automobilistici, che ha inaugurato ufficialmente il suo nuovo laboratorio destinato alle prove presso il Centro Tecnico della sede di Tren?ín.

La cerimonia è avvenuta classicamente, con il taglio del nastro e la presenza di rappresentanti del Governo slovacco ad inaugurare la nuova struttura e le sue modernissime attrezzature destinate a prova, ricerca e sviluppo di nuovi componenti e materiali.

METRI QUADRI E MILIONI In questi ultimi anni Yanfeng ha espanso la sua presenza e le sue capacità tecniche nell'Europa Centro-Orientale e l'inaugurazione a Tren?ín è un segnale chiaro in questo senso. L'Azienda ha recentemente ampliato la divisione Ricerca e Sviluppo, “approfittando” di un progetto di ristrutturazione, e ora il reparto ha una superficie di 4.800 metri quadri.

Metà dell'area è occupata dal nuovo laboratorio, nel quale Yanfeng svolgerà prove di durata e test sui materiali che compongono gli interni delle automobili, quali pannelli di rivestimento, plance degli strumenti e le consolle da pavimento. Jason Xu, Vice President, Engineering in Yanfeng Automotive Interiors, spiega che “il Centro Tecnico di Tren?ín è uno degli otto siti del nostro network ingegneristico globale e come tale ha un ruolo primario nelle nostre attività di ricerca e sviluppo. Siamo fieri di poter dire che l'investimento nel nuovo laboratorio di prova ci consentirà di fornire ai nostri clienti, nel cuore dell'Europa dell'Est, il meglio dell'esperienza e dell'eccellenza”.

LET'S GO EAST Grazie ad un investimento di 4 milioni di euro l'impianto è stato completamente ristrutturato e dotato di macchinari e strumenti allo stato dell'arte che consentiranno l'effettuazione di test di ogni tipo sugli interni delle automobili (gli interno sono soggetti alle foto spia come la carrozzeria, guarda quelli della Range Rover Velar). Sarà possibile investigare il rendimento dei componenti, per quanto riguarda sicurezza, durata, effetti sull'ambiente, vibrazioni, aspetto, ed emissioni. Ricordiamo che Yanfeng Automotive Interiors è nata nel 2015 come joint venture tra Yanfeng Automotive Trim Systems, SAIC Motor Corporation e Adient, la divisione di Johnson Controls dedicata alla produzione di sedili (ha fornito i sedili per il concept Portal di FCA).

L'espansione all'Est è comprensibile vista l'importanza assunta da questi Paesi nell'industria automotive e Yanfeng non fa eccezione: ha 2 stabilimenti in Repubblica Ceca, a ?atec e a Planá nad Lu?nicí, uno stabilimento a Pápa in Ungheria, e in Slovacchia, oltre al Centro tecnico di Tren?ín, possiede il business center di Bratislava ed il sito produttivo di Námestovo. La Slovacchia ospita stabilimenti di Volkswagen, PSA e Kia, oltre ad un gran numero di fornitori dell'indotto, mentre la Repubblica Ceca è ancor più “ospitale”, avendo siti produttivi di 56 del Top 100 aziende dell'automotive, fra le quali Bosch, Continental Teves, Hella, Valeo, Denso, ZF e Ricardo, vantando inoltre partnership fra le Università e molte aziende dell'automotive. La stessa capacità attrattiva, dovuta a costi del lavoro più bassi rispetto all'Ovest e a buone scolarizzazione e qualificazione, è presentata dalla Polonia (leggi che la produzione della Panda potrebbe tornare in Polonia) e dall'Ungheria, cosa che spiega il ruolo assunto da quest'area verso l'Europa Occidentale, simile a quello del Messico per gli USA.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

Trasporto auto elettriche: servono navi speciali “antincendio”

Auto nuove: i sistemi di sicurezza fondamentali per Global NCAP