Test in strada per la Nuova Volvo S90: sarà più di una sfida alle tedesche

La nuova berlina di lusso S90 rappresenta il riscatto di 5 anni di investimenti, dopo il successo poco entusiasmante del modello che sostituirà

11 settembre 2015 - 13:14

In Volvo promettono che l'erede spirituale dell'attuale S80 sarà “più distintiva rispetto al nuovo SUV XC90”, un aspetto che non sarà trascurabile viste le ambizioni che questa grande berlina di lusso ha: sfidare pilastri come le tedesche e inglesi. Riuscirà il costruttore svedese a mantenere le sue promesse in un segmento che si vuole sempre più tecnologico e concorrenziale?

IL MODELLO DELLA SPERANZA – La nuova berlina Volvo S90 verrà presentata il prossimo anno come sostituta della poco fortunata S80 e andrà a sfidare grandi nomi presenti sul mercato come Audi A6, BMW Serie 5, Mercedes Classe E, senza dimenticare la nuova Jaguar XF. Una strategia volta ad un aumento delle consegne che dovrebbe schizzare del 70% entro la fine del decennio. La S90 si focalizzerà principalmente sul design e sull'affidabilità per poter sfidare le rivali, cosa che non è riuscita alla S80 con appena 12.500 esemplari venduti nel 2014 nel mercato EMEA (per informazione, la BMW Serie 5 è stata venduta in 373.000 unità lo stesso anno). La berlina luxury dovrebbe contribuire, insieme alla XC90, ad aumentare le vendite annuali fino a 800.000 veicoli entro il 2020.

UNA QUESTIONE DI MERCATO… E DI SOLDI – Volvo era stata ricomprata dal gruppo Geely nel 2010 per 1,8 miliardi di dollari e ora i risultati devono farsi sentire. Nella prima metà del 2015, il margine di profitti è stato pari a 2,2%, rispetto agli 8,9% fatti registrare da BMW. Il SUV scandinavo è stato il primo ad essere costruito sotto la supervisione del proprietario cinese. Questo modello ha subito riscosso il successo atteso – grazie alle sue numerose tecnologie all'avanguardia come il sistema di protezione in caso di uscita di strada – con una lista d'attesa di ben sei mesi in Svezia. Basti pensare che a inizio settimana Volvo ha ricevuto non meno di 65.000 ordinazioni per la XC90 (che ha ottenuto 5 stelle all'ultimo crash test Euro NCAP), numeri che superano di molto le aspettative annue che erano state stimate a 50.000. Oltre alla sorellina XC60, Volvo intende sviluppare un ulteriore crossover compatto per soddisfare quei clienti sempre in cerca di questa nicchia. La domanda per le piccole auto premium si fa sentire sempre di più, e di questo Volvo ne è consapevole.

L'ATTESA STA PER FINIRE – La nuova S90 verrà presentata ufficialmente in anteprima mondiale in occasione del Salone di Detroit il prossimo gennaio e, più in là, verrà seguita anche dalla variante station wagon V90. Quest'anno non ci si deve aspettare nulla da parte di Volvo per il Salone di Francoforte: il brand vuol fare del suo meglio per concentrarsi al massimo sulle novità in arrivo a medio termine. Tuttavia sarà sempre presente in Germania con la sua iniziativa Volvo in a Box, grazie alla quale i clienti potranno visitare dei negozi “pop-up” del marchio in posti come ad esempio il festival del cibo che si svolgerà nella città di Dusseldorf. Come spiega il capo delle vendite Volvo, Alan Visser, avere un proprio stand all'evento di Francoforte significherebbe “spendere milioni di euro in uno show dove Audi, BMW e Mercedes sono molto più forti di noi”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto elettriche: in Germania il crollo peggiore di tutta l’Europa

Noleggio autobus con autista: servizi, prezzi e preventivo gratis

Move-In Emilia Romagna

Move-In Emilia Romagna: come funziona dal 1° gennaio 2023