Tesla piomba nel passato: solo cerchi e colore a scelta sulle prime Model 3

Tesla Model 3 rinuncerà alla personalizzazione per arrivare prima sul mercato. Lo ha comunicato Elon Musk, che affanna a effettuare le prime consegne

8 giugno 2017 - 12:25

L'avvio di commercializzazione di un nuovo modello richiede sempre un grande sforzo logistico, poiché bisogna adeguare una linea produttiva e permetterle di lavorare su un qualcosa di completamente nuovo. Le personalizzazioni sono uno dei nodi cruciali, che negli ultimi anni sono state il fiore all'occhiello di molti brand e ben accettate dai consumatori, da sempre inclini ad avere auto che siano distinguibili. Tesla Model 3, almeno inizialmente, rinuncerà alla personalizzazione pur di arrivare presto sul mercato, evitando ritardi di sorta. Ma fa discutere la scelta di Elon Musk.

LE INIZIATIVE DI TESLA Da sempre Tesla si è imposto sul mercato come brand innovatore, che porta una ventata di freschezza in un contesto che pare essere standardizzato e nel quale le politiche commerciali sono uguali tra le varie firme. Il fatto stesso di essere stato il primo brand al mondo a produrre auto elettriche, per giunta con un'autonomia delle batterie che ancora oggi riesce a dire abbondantemente la sua, dimostra quanto l'occhio di Elon Musk, Amministratore Delegato del brand, lavori con un occhio puntato perennemente sul futuro. La Tesla Model 3, però, vive una sorta di contrasto interno, poiché la grande attesa sul mercato come “elettrica per le masse” ha costretto l'azienda a delle scelte che potranno ritorcersi contro nel breve o medio periodo (leggi di come la Tesla Model 3 vuole abbracciare una forte utenza di automobilisti, diventando così l'elettrica per le masse).

POCHI OPTIONAL Per cercare di ridurre i costi di produzione e tagliare i tempi delle consegne i primi blocchi produttivi di Tesla Model 3 avranno a disposizione solo pochi optional per configurare l'auto. In poche parole, ha fatto sapere lo stesso Elon Musk attraverso una comunicazione ufficiale, i primi che acquisteranno la Model 3, per la quale ricordiamo le prevendite siano state aperte da molto tempo (leggi dell'incredibile numero di preordini fatto registrare dalla Tesla Model 3), potranno scegliere di personalizzarla solo con il colore carrozzeria, tipologia e dimensione dei cerchi. Questo perché fare auto tutte uguali dovrebbe garantire un ritmo produttivo più elevato ma, soprattutto, un costo inferiore per ovvie economie di scala (leggi anche come la Tesla Model 3 avrà degli interni più spogli delle sorelle, per costare di meno). Almeno il pacchetto di accessori offerti di serie dovrebbe essere alquanto interessante.

PROBABILI MALCONTENTI Oggigiorno gli automobilisti vogliono auto personalizzate. Basta guardare un po' l'andamento del mercato per capirlo, con Case auto che cercano di offrire quante più combinazioni possibili per rendere le auto dei clienti uniche. Lo stesso brand FCA ha, ad esempio, al suo interno Mopar che si occupa degli accessori, mentre se vogliamo fare un parallelo con i brand di estremo lusso ci sono reparti che lavorano esclusivamente sul Taylor Made, le auto fatte in modello unico secondo l'esclusivo volere del cliente. Questa scelta di Tesla potrebbe rivelarsi un autogol, sia perché i primi investitori potrebbero vedere la politica commerciale di non scegliere optional come un raggiro sia perché è in netta controtendenza con i principi fondamentali del brand. Si torna indietro nel tempo dunque, a quando le auto erano tutte uguali e senza personalizzazioni, ma dopo aver stabilizzato la produzione Musk assicura che si potrà personalizzare a piacimento la propria Model 3.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Frenata automatica: ancora molti limiti nei test AAA da 50 km/h

Ztl Roma orari mappa permessi

Ztl Roma oggi in centro: mappa e come funziona

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)