Tailandia e Arabia Saudita. Nuovi standard di sicurezza sulle strade

Tailandia e Arabia Saudita. Nuovi standard di sicurezza sulle strade Anche in Tailandie e in Arabia Saudita ci si muove per aumentare gli standard minimi di sicurezza sulle strade

Anche in Tailandie e in Arabia Saudita ci si muove per aumentare gli standard minimi di sicurezza sulle strade, con nuovi esami e nuove strutture

13 Dicembre 2017 - 11:12

La sicurezza stradale è uno di quei temi sempre caldi, soprattutto quando si parla di Paesi meno all'avanguardia rispetto ad altri. Interessanti novità in materia giungono da Bangkok, capitale della Tailandia, e da Riyad, capitale dell'Arabia Saudita. Nuovi standard di sicurezza e nuove procedure per ottenere la licenza di guida, con programmi volti a diminuire drasticamente gli incidenti stradali in questi Paesi. Pensate che la Tailandia e l'Arabia sono ai primi posti per mortalità sulle strade, per questo adesso le autorità si stanno muovendo per aumentare gli standard minimi di sicurezza sulle strade – con anche la Cina che si sta muovendo in questo percorso, coinvolgendo direttamente i costruttori di auto. Dall'altra parte, invece lo Utah riceve un premio per aver trovato nuovi sistemi per falciare il problema dell'alcool alla guida.

IN TAILANDIA SARÀ PIÙ DIFFICILE OTTENERE LA PATENTE Bangkok è una delle città più trafficate e popolate del mondo. Se a questo si aggiungono standard di sicurezza bassi e un facile ottenimento della patente di guida allora questa situazione rischia di diventare una vera e propria bomba. Proprio per sedare il numero altissimo di morti, è intervenuto Kamol Buranaphong vice direttore generale del dipartimento dei trasporti tailandese esponendo i piani del Paese per diminuire questa piaga. In primis diventeranno più severi i test per ricevere la patente, mediante un test elettronico insieme alla scansione delle impronte digitali per autenticare l'identità dei conducenti. Non solo procedure che riguardano l'esame, ma anche uno screening per quanto riguarda le condizioni fisiche dei candidati. Il problema è sorto dopo che, negli scorsi giorni, è stato provocato un incidente da un guidatore epilettico che, a causa di una crisi, ha provocato un incidente in cui due persone hanno perso la vita – vi ricordiamo che guidare stanchi equivale a guidare ubriachi, leggi qui perchè. Provvedimenti elementari, che, a quanto pare, non erano ancora stati attuati. Importante comunque vedere come, anche in altri Paesi meno sviluppati, si cominci a dare alla sicurezza stradale un ruolo centrale.

IN ARABIA OBIETTIVO MENO INCIDENTI PER IL 2020 Situazione simile anche negli Emirati Arabi, altro Paese pesantemente afflitto dal problema della mortalità su strada – qui il problema principale è l'uso del telefonino dietro al volante, come in molti altri Paesi. Qui il Ministero dei Trasporti ha firmato un accordo con E.T.C. Engineering Inc., una società di consulenza in materia di sicurezza stradale. L'obiettivo del Ministero è quello di migliorare la sicurezza stradale all'interno del progetto Vision 2030. Già posti dei traguardi a breve termine, con una diminuzione degli incidenti stradali del 25% entro il 2020. Un obiettivo che sembra raggiungibile, almeno secondo il Ministero dei Trasporti Nabil bin Mohammed Al-Amoudi, promotore di questo accordo con la E.T.C. Engineering. Primo passo sarà quello della creazione di uffici principali e filiali in tutto il Regno, coordinate dalla sede centrale in Ohio di E.T.C.. Non solo la presenza sul territorio, infatti, nel programma è previsto l'innalzamento del livello di sicurezza attraverso la creazione di uffici e di personale altamente specializzato.

INTANTO LO UTAH VINCE UN PREMIO PER LA SICUREZZA STRADALE Due casi che da una parte fanno sorridere, pensando che queste sono strutture o procedure che, in altri paesi sono vigenti da anni, ma è importante valutare come, anche in queste realtà, ci si stia muovendo per risolvere un problema comunque cruciale. Poi ci sono casi come quello dello Utah, che riceverà un premio internazionale per la sicurezza stradale, grazie all'uso di strumenti innovativi nella gestione dei trasporti. Il premio, conferito al Dipartimento dei Trasporti dello Utah, arriva dopo che è stata approvata una legge che ridurrà il limite legale per la presenza di alcool nel sangue dall'8 al 5%, insieme ai programmi di valutazione delle strade per diminuire i rischi e gli incidenti sulle strade. Uno spaccato di due universi così diversi, ma uniti nel progetto di diminuire gli incidenti stradali.

Commenta con la tua opinione

X