Bonus dispositivi anti abbandono

Seggiolino auto: come lo aggancio correttamente?

Cosa cambia tra i vari sistemi di aggancio del seggiolino in auto e come funzionano: le differenze tra Isofix, Top Tether e Supporto

1 aprile 2021 - 15:00

Il montaggio del seggiolino auto è una delle operazioni che non sempre rende la vita facile ai genitori. Ecco perché abbiamo raccolto in questa guida i principali metodi di aggancio del seggiolino in auto. Come agganciare correttamente un seggiolino auto e quali sono i sistemi più efficaci da considerare nell’acquisto di un seggiolino auto sicuro.

MONTAGGIO SEGGIOLINI AUTO CON CINTURA DI SICUREZZA

La scelta di un seggiolino auto per bambini deve essere fatta considerando principalmente il tipo di seggiolino più adatto (quindi quale gruppo e dimensioni secondo la norma ECE R44 o meglio ancora la più recente i-Size). Poi, per essere sicuri che il modello di seggiolino sia realmente facile da montare in auto, è consigliabile anche fare una prova di compatibilità. Il motivo è molto semplice: non sempre il seggiolino più sicuro o quello che vorreste comprare è adatto a un modello specifico di auto. Ecco perché anche grazie ai consigli dell’Automobile Club Tedesco, potremo chiarire anche alcune curiosità spesso sottovalutate. Ecco tutte le risposte sulle differenze tra i sistemi di aggancio per seggiolino più diffusi. Ricordate che la legge obbliga a montare il seggiolino contro il senso di marcia almeno fino a 15 mesi, ma sarebbe meglio farlo fino a 4 anni. Le auto meno recenti non sempre hanno gli agganci Isofix per il montaggio dei seggiolini auto (nel paragrafo successivo). In questo caso l’unico modo per ancorare il seggiolino all’auto è mediante la cintura di sicurezza. L’errore più frequente in questi casi è preferire un seggiolino basato esclusivamente su questo sistema, mentre l’ideale sarebbe scegliere un seggiolino con doppia possibilità di aggancio, sia con cintura sia con Isofix. In questo modo si assicura la compatibilità anche con un eventuale modello diverso (auto di parenti o nuova auto). Il montaggio del seggiolino è meno immediato rispetto agli Isofix, ecco perché bisogna seguire scrupolosamente questi consigli:

– Inserire la cintura esattamente lungo il percorso previsto dal produttore del seggiolino. In genere i punti sono contrassegnati da zone colorate;

– Dopo averla agganciata, assicurarsi che la tensione della cintura sia corretta, tensionandola più possibile dal lato dell’arrotolatore;

Verificare che il seggiolino è ben montato come mostra il video qui sotto;

ISOFIX SEGGIOLINI AUTO: COSA SONO

L’Isofix dei seggiolini auto è un collegamento fisso e standardizzato presente sui veicoli che rende l’installazione del seggiolino per bambini a prova di errore. Basta semplicemente estrarre le slitte con i ganci contrassegnati e spingere il seggiolino contro le staffe dell’auto finché non è ben ancorato al sedile. Lo svantaggio è che gli Isofix sono presenti di serie principalmente sui due sedili posteriori esterni, più raramente sul posto centrale e sul sedile anteriore. I seggiolini auto con Isofix vanno ancorati anche con un aggancio ausiliario: il Top Tether o la gamba di supporto, che assicurano meglio il seggiolino impedendogli di ruotare in avanti in caso d’incidente.

TOP TETHER E GAMBA DI SUPPORTO SEGGIOLINI AUTO: A COSA SERVONO 

L’aggancio Top Tether per seggiolino auto è un’imbracatura superiore aggiuntiva che blocca la parte alta posteriore del seggiolino a una staffa sul retro dello schienale o nel bagagliaio. Affinché svolga la sua funzione deve essere ben tensionata e senza giochi.  La stessa funzione del Top Tether, quando non è presente l’aggancio sull’auto, è svolta dalla gamba di supporto del seggiolino. Prima di comprare un seggiolino che richiede l’uso della gamba di supporto, bisogna verificare sul manuale dell’auto se la presenza di portaoggetti nel pavimento non ne limita l’efficacia. In caso di impatto, il piede potrebbe sfondare il portaoggetti, vanificando la stabilità del seggiolino.

CONSIGLI SUL MONTAGGIO DEL SEGGIOLINO IN AUTO

Come abbiamo visto esistono diversi modi per agganciare correttamente il seggiolino in auto, ma la differenza la fa anche il modo con sui è agganciato il bambino al seggiolino. Un dettaglio da non sottovalutare è la presenza delle cinture a 5 punti di ancoraggio, molto più sicure rispetto alle cinture a 3 punti (quelle a forma di Y che scendono dalle spalle e passano tra le gambe). Ecco i consigli generali da ricordare con il montaggio del seggiolino auto:

– Dopo ogni montaggio, verifica la stabilità del seggiolino come mostra il video in alto;

– Le cinturine devono essere aderenti al corpo del bambino, quindi è meglio togliere eventuali indumenti imbottiti. La tensione deve essere tale da consentire il passaggio di un solo dito tra cintura e spalla del bambino;

– L’altezza delle protezioni superiori (se il seggiolino è regolabile), va impostata in modo che la testa non deve fuoriuscire mai al di sopra nelle varie fasi della crescita;

– In caso di rialzi, fino a 150 cm di altezza, la cintura di sicurezza dell’auto deve essere sempre al centro  della spalla del bambino. Mai troppo in alto o in basso, per evitare lesioni o che il busto non sia adeguatamente trattenuto;

– L’ADAC consiglia di non smontare il poggiatesta dell’auto quando si usano booster e rialzi, poiché non migliorano in alcun modo il comfort e la sicurezza in caso d’incidente. Anzi possono peggiorare i rischi di colpo di frusta, come si vede dall’immagine  qui sotto;

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Opel Corsa F con airbag difettoso: 93 mila auto da richiamare

Targhe nere italiane

Targhe nere italiane: le trasformazioni negli anni

Yamaha presenta il motore elettrico da 350 kW