Guida autonoma Waymo: taxi bloccati dalla nebbia, traffico in tilt

Guida autonoma Waymo: taxi bloccati dalla nebbia, traffico in tilt

I taxi a guida autonoma di Waymo bloccano la strada per la nebbia: la società aggiorna il software mentre si avvicina al lancio del servizio pubblico in California

13 Aprile 2023 - 11:00

La guida autonoma è ancora lontana dal poter sostituire un conducente in tutte le situazioni che posso verificarsi sulle strade. Nonostante i continui test su strada stiano migliorando le capacità di calcolo del software, a San Francisco, in California, i taxi a guida autonoma Waymo si sono improvvisamente bloccati davanti a un banco di nebbia, intralciando per alcuni minuti il traffico stradale.

I TAXI AUTONOMI WAYMO SI FERMANO PER LA NEBBIA MA BLOCCANO LA STRADA

L’inconveniente ai taxi Waymo riportato da Reuters, è la conferma che il meteo avverso e le condizioni di scarsa visibilità sono ancora uno scoglio da superare per la guida autonoma. Probabilmente un conducente umano preso alla sprovvista dalla nebbia non avrebbe fatto meglio dei sensori Lidar e dei radar sulle auto Waymo, finendo magari per provocare anche un incidente. Tuttavia i limiti della guida autonoma che hanno spinto i taxi Waymo a fermarsi all’improvviso, mandando in tilt il traffico per alcuni minuti, sono noti da tempo. In molti casi, è inevitabile il ricorso a sensori magnetici annegati nell’asfalto o il costante collegamento a un cloud che aggiorna l’auto sulle condizioni meteo, il traffico e la sua posizione esatta quando la visibilità non è ottimale.

I LIMITI DELLA GUIDA AUTONOMA CON SCARSA VISIBILITA’

A causa della ridotta visibilità, i taxi a guida autonoma Waymo si sarebbero fermati all’improvviso sul ciglio della strada. Il traffico è rimasto bloccato per alcuni minuti finché i taxi a guida autonoma Waymo sono ripartiti appena la nebbia ha iniziato a diradarsi. Waymo ha di recente pubblicato dei video in cui mostra le potenzialità della guida autonoma anche in condizioni di scarsa visibilità, con piogge torrenziali (2023) o tempeste di sabbia (2019). Una dichiarazione ufficiale di Waymo pubblicata da Reuters, conferma che in seguito all’imprevisto “sono stati pianificati aggiornamenti software per migliorare le prestazioni in caso di nebbia e arresto, per affrontare tali situazioni in futuro”.

GUIDA AUTONOMA TRA ELEVATI COSTI E RICHIAMI DEL SOFTWARE DIETRO L’ANGOLO

Gli elevati costi di ricerca della guida autonoma negli ultimi anni hanno ridimensionato notevolmente le sperimentazioni in corso, anche per la difficoltà a trasformare la tecnologia in un servizio redditizio per gli investitori, incluse le Case auto. Waymo, ad esempio, è una delle società più vicine ad offrire un servizio di taxi completamente autonomo in California. Lo stesso vale per Cruise di General Motors, che però ha di recente dovuto richiamare i 300 taxi a guida autonoma per un bug al software dopo che uno dei veicoli ha tamponato il retro di un autobus, per fortuna senza provocare feriti.

Sicurauto Whatsapp Channel
Resta sempre aggiornato su tutte le novità automotive e aftermarket

Iscriviti gratis al nostro canale whatsapp cliccando qui o inquadrando il QR Code

Commenta con la tua opinione

X