Bosch: il 50% degli automobilisti vorrebbe la chiave nello smartphone

Un’indagine rivela che il 50% dei tedeschi vorrebbe la chiave dell’auto sotto forma di app. Soprattutto i giovani e chi fa tanti km

3 maggio 2019 - 11:30

Il futuro delle autovetture è senza chiavi. Tante sono le tecnologie allo studio. Sempre più persone sembrano propense ad abbandonare la chiave fisica dell’auto per sostituirla con un’applicazione per smartphone. Questo è considerato un modo più comodo di quello che conosciamo. Un recente sondaggio di Bosch sottolinea che quasi il 50% degli intervistati sarebbe a favore di questo cambiamento.

UNA QUESTIONE DI COMODITÀ

L’indagine condotta in Germania da Puls per conto di Bosch sottolinea come le chiavi tradizionali abbiano dato problemi al 76% degli intervistati. Almeno una volta nella vita. Le difficoltà aumentano soprattutto tra chi viaggia spesso e tra gli automobilisti al di sotto dei 40 anni. Gli affezionati al vecchio sistema di apertura e avviamento rappresentano solo il 6% degli intervistati. Questi non rinuncerebbero al portachiavi per un sistema digitale. Il 45% degli intervistati ha riferito che non sa dove mettere le chiavi in particolari occasioni. Il 44% ha difficoltà nel ricordarsi il posto dove le ha lasciate e a ritrovarle. E il 38% le ha perse almeno una volta.

UN’APP PER APERTURA E AVVIO

Sulla base di queste tendenze, Bosch sta sviluppando l’app Perfectly Keyless. Installabile sul proprio dispositivo, è in grado di aprire ed avviare l’auto senza la necessità di avere chiavi fisiche. Addirittura, non serve neanche attivare o accendere lo smartphone. Questo cambiamento sarebbe auspicato dal 38% degli intervistati, che riterrebbero questa tecnologia più comoda e semplice delle precedenti. Il giudizio è conseguenza del fatto che il 40% delle persone ha dichiarato di aver sempre con sé il cellulare. Il 28% infine, troverebbe conveniente poter aprire e avviare il proprio veicolo anche da remoto.

PERFECTLY KEYLESS

L’applicazione di Bosch dovrebbe consentire di aprire ed avviare la propria vettura semplicemente avvicinandosi ad essa. Senza necessità di usare il proprio smartphone. Il sistema utilizza la tecnologia NFC, che funziona quando il proprietario arriva in un raggio di due metri dal veicolo. Grazie a questo metodo di comunicazione wireless a corto raggio sarebbe praticamente impossibile intercettare il segnale e “plagiare” la chiave. Con l’arrivo di nuove tecnologie, infatti, gli hacker hanno numerose porte di accesso. Il livello di sicurezza secondo Bosch è paragonabile a quello delle impronte digitali. Oltre a queste semplici funzioni, l’applicazione dovrebbe poter permettere l’utilizzo dell’auto da parte di terzi da remoto. Permetterà di autorizzare temporaneamente i loro telefoni per aprire e avviare il veicolo.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Acquisto auto

Acquisto auto: un italiano su due sceglierà elettriche e ibride

L’auto cambia colore: gli interni digitali saranno il 60% più leggeri

Auto a noleggio Goldcar: 3,4 milioni di multa per i graffi fantasma