Anziani al volante: Toyota presenta l’acceleratore intelligente che evita incidenti

In Giappone aumentano gli incidenti causati da anziani al volante e Toyota presenta un sistema che capisce quando il conducente confonde i pedali

5 febbraio 2020 - 14:01

Gli anziani al volante sono più attenti ad autoregolarsi, secondo un’indagine inglese, ma in Giappone l’innalzamento dell’età media sta avendo effetti diretti sulla sicurezza stradale. Si moltiplicano gli incidenti causati dall’uso errato o involontario dell’acceleratore e Toyota corre ai ripari presentando un sistema intelligente che riconosce quando il conducente confonde i pedali.

ANZIANI AL VOLANTE E INCIDENTI RADDOPPIATI IN GIAPPONE

Non si tratta proprio di un nuovo sistema, quanto di una funzionalità implementata sfruttando la tecnologia con cui Toyota equipaggia le nuove auto in Giappone già da alcuni anni. La densità di anziani al volante in Giappone ha un’influenza diretta sul numero di incidenti mortali. Secondo le stime citate da Toyota infatti gli incidenti causati da persone di età pari o superiore a 75 anni in Giappone è raddoppiato da 381 nel 2007 a 791 nel 2019. La causa principale degli incidenti è l’uso errato dell’acceleratore scambiato per il freno. Già nel 2018 Toyota ha presentato un sistema retrofit che tramite ultrasuoni è in grado di evitare incidenti per l’accelerazione involontaria. Il sistema però sfrutta dei sensori ad ultrasuoni per rilevare la presenta di altre auto o oggetti nelle vicinanze.

IL SOFTWARE RICONOSCE GLI ERRORI SULL’ACCELERATORE

Il sistema ideato come contromisura agli errori degli anziani al volante, si basa su un software che sfrutta i sistemi del pacchetto Safety Sense per capire quando, tra 0 e 30 km/h il conducente sta utilizzando in modo errato e involontario l’acceleratore. “Abbiamo pensato che fosse necessario fare qualcosa“, ha spiegato Seigo Kuzumaki, capo del reparto R&D Toyota. L’acceleratore intelligente è controllato tramite un algoritmo che Toyota ha sviluppato elaborando i dati telematici provenienti dai moduli DCM. I moduli DCM (Data Communication Module) sono alla base del funzionamento delle auto connesse che permettono di trasmettere e ricevere informazioni tra le auto e i Neutral Server.

PIU’ SISTEMI DI SICUREZZA PENSATI PER GLI ANZIANI AL VOLANTE

In questo modo anche l’implementazione dei nuovi sistemi di sicurezza studiati per gli anziani al volante si potranno diffondere con una spesa minore. Entro quest’anno Toyota avrebbe intenzione di trasferire dal Brand di lusso Lexus alle più popolari Toyota sistemi avanzati di sicurezza. Tra i più utili, l’assistenza alla guida nei casi in cui il conducente abbia un malore, fino ad arrestare l’auto in sicurezza e chiamare i soccorsi tramite eCall.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trasformare un'auto in elettrica

Trasformare un’auto in elettrica: in arrivo un bonus del Governo

Parabrezza montato male: cosa succede in caso d’incidente?

Codice della Strada

Codice della Strada: attenti alle ‘bufale’ in rete