Airbag difettosi: un nuovo caso coinvolge 6 Costruttori auto negli USA

L’NHTSA sta indagando su 13 decessi per la mancata apertura degli airbag negli USA: sarebbero coinvolti Kia, Hyundai, FCA, Mitsubishi, Honda e Toyota

22 luglio 2019 - 12:05

Centinaia di migliaia di veicoli sono stati già richiamati negli USA per un difetto agli airbag che mette sotto la lente dell’NHTSA 6 Costruttori di auto. Stavolta però lo scandalo Takata di cui abbiamo seguito le evoluzioni non c’entra niente. Il caso degli airbag difettosi riportato da AutoNews infatti riguarda la mancata apertura degli airbag dopo un incidente che avrebbe causato negli USA la morte di 13 persone. Un difetto su 50 modelli di auto che potrebbe essere stato nascosto o sottovalutato dai produttori.

I 6 COSTRUTTORI COINVOLTI NELL’INDAGINE DEGLI AIRBAG

Il maggiore indiziato del caso su cui sta indagando l’NHTSA sarebbe la centralina che comanda il gonfiaggio degli airbag prodotta da ZF-TRW. L’Agenzia governativa per la sicurezza dei trasporti starebbe indagando sulle auto di Hyundai, Kia, Honda, Toyota, Fiat-Chrysler e Mitsubishi. Attualmente Toyota è tra i Costruttori più esposti visto che l’unità dell’NHTSA che si occupa dei difetti auto avrebbe trovato una correlazione tra gli incidenti mortali accaduti e il mancato gonfiaggio degli airbag. Ma c’è anche un elemento ulteriore sotto indagine che non renderebbe possibile la lettura delle centraline ACU interessate post incidente. Kia sul sito ufficiale spiega che: “Le unità di controllo ZF-TRW sono state prodotte senza diodi di protezione del circuito. Quando l’ASIC (il circuito che controlla i sensori di impatto) viene alimentato con troppa corrente o tensione, spegne l’ACU e, a sua volta, disabilita gli airbag e i pretensionatori.

50 MODELLI CON AIRBAG E CINTURE DIFETTOSI

Toyota dal canto suo ha spiegato ad AN che sta collaborando con l’NHTSA nelle varie fasi delle indagini. Lo stesso vale per Hyundai che negli USA ha attuato già un piano di richiamo sulle Hyundai Sonata.  “Nel 2018, Hyundai ha richiamato circa 580.000 Hyundai Sonata dal 2011 al 2012 per potenziali danni all’ACU che possono verificarsi durante un incidente” ha spiegato il Costruttore. Il caso però coinvolge 6 Costruttori di auto (oltre al produttore) citati in giudizio con una denuncia presso il tribunale distrettuale federale della California. L’accusa afferma che i Costruttori fossero a conoscenza della difettosità del componente nascosta ai consumatori. La causa elenca più di 50 modelli tra Acura, Honda, Dodge, Jeep, Ram, Hyundai, Kia, Mitsubishi e Toyota che contengono l’unità difettosa.

NUOVO “TERREMOTO TAKATA” IN ARRIVO?

La causa più recente intentata contro alcuni Costruttori dice che la centralina difettosa impedisce in caso di incidente il gonfiaggio degli airbag e l’attivazione del pretensionatore della cintura di sicurezza. Secondo un legale che segue il caso delle centraline airbag difettose, si potrebbe verificare un nuovo richiamo della portata di Takata. Kia, Honda, Toyota, FCA e ZF-TRW si sarebbero rifiutati di commentare il contenzioso in corso. Mentre Hyundai dice: “abbiamo condotto una valutazione approfondita di questo problema. Siamo fiduciosi di aver richiamato tutti i veicoli Hyundai con ACU ZF-TRW che sono suscettibili al sovraccarico elettrico.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Dispositivi anti abbandono 30 euro bonus

Dispositivi anti abbandono, solo 30 euro di bonus: è polemica

Le migliori 10 Marche di auto al mondo del 2019

T-red per la sicurezza? Ma con il tempo del giallo obbligatorio