Salone di Francoforte 2015: Infiniti svela la piccola premium Q30

Il SUV entry level nasce a cavallo dell'accordo tra Infiniti e Daimler. Motori da 1.5 a 2.0 litri turbo e tanta tecnologia. Leggi tutti i dettagli

15 settembre 2015 - 12:11

Apre la kermesse tedesca e Infiniti toglie i veli sulla carrozzeria della nuova Q30, automobile del segmento C che andrà a confrontarsi con una concorrenza agguerrita, che da anni lotta per il primato dei numeri di vendita. Dalla sua parte tanta qualità, dotazioni di livello “premium” e una collaborazione con Daimler AG, grazie alla quale può sfruttare la piattaforma mfa, la stessa che ha fatto nascere la Mercedes-Benz Classe A e le vetture che ne derivano.

LO STILE – Quando si guarda la nuova Q30 ci si ferma a riflettere, perché le sue dimensioni e le sue linee tendono ad ingannare, così dinamiche e ben bilanciate lasciano pensare ad un suo posizionamento un po' “sbarazzino”; per capirci, la Q30 è una segmento C, ma strizza l'occhio alla categoria dei crossover compatti, o urbani (a voi la scelta della nomenclatura). Non a caso la sua altezza da terra (1,49 metri) conferma queste sensazioni, mentre la sua veste è ricca di personalità, con i passaruota evidenziati da profili satinati, motivo ripreso nella coda sfuggente da coupé-crossover. I clienti potranno personalizzarla con eleganza e sportività, in base ai loro desideri; non mancano perciò dettagli unici come le finiture laser dei cerchi in lega con linee colorate larghe appena 0,3 mm. Sono due gli equipaggiamenti a disposizione, Premium e Sport, nel primo si riconoscono i fendinebbia a Led, i cerchi in lega da 18″ e i terminali di scarico rettangolari sdoppiati, mentre la versione Sport offre paraurti sportivi, griglia frontale nero lucido, minigonne, terminali di scarico dark chrome, volante sportivo e cerchi in lega da 19″, oltre all'assetto ribassato di 15 mm.

GLI INTERNI – Entriamo nell'abitacolo della nuova Q30: costruita nella fabbrica di Sunderland (nel Regno Unito), ha degli interni progettati per mantenere le stesse caratteristiche del design esterno. Il motivo è semplice: Infiniti (che gode di un ottimo rapporto con Mercede-Benz) con la Q30 deve assolutamente puntare, da subito, a catturare l'attenzione di una clientela giovane, quindi molto esigente e dalla richiesta particolare. Pertanto la necessità di donare a questo nuovo modello un abitacolo fresco, ma ricco di qualità, tecnologico ma elegante, con inserti sportivi ma di classe. Anche in questa circostanza le dotazioni riflettono i due equipaggiamenti (Premium e Sport), in grado di offrire ambienti definiti come City Black con cuciture viola, Cafè Teak con cuciture nere e Gallery White con cuciture rosse. Per gli arredi sono stati scelti materiali morbidi al tatto mentre montanti e padiglione sono rivestiti in tessuto italiano. Infiniti punta molto sulla silenziosità di marcia e la percezione che di questa si ha nell'abitacolo; ha così dichiarato che la silenziosità offerta da Q30 è del10% migliore della concorrenza, quando si viaggia ad una velocità di 120 km/h. Per raggiungere questo livello, è risultato efficace il contributo del sistema Active Noise Cancellation.

MOTORIZZAZIONI – L'assetto della nuova Q30 è stato pensato per offrire confort ma anche piacere di guida quando si va alla ricerca di prestazioni un po' più brillanti, così è stato adottato uno schema MacPherson all'anteriore e multilink al posteriore, con un servosterzo elettrico parametrico. Passiamo alle motorizzazioni: in Europa la Infiniti Q30 sarà offerta nelle versioni benzina e diesel; per quanto riguarda le prime troviamo un 1.6 litri turbo da 122 Cv e 156 Cv, che saranno presto “raggiunti” da un 2.0 litri turbo benzina da 211 Cv. I propulsori diesel sono invece rappresentati da un “risparmioso” 1.5 litri da 109 Cv e da un più performante 2.2 litri da 170 Cv. In base alle versioni saranno offerti cambi manuali sei marce e automatici doppia frizione a sette marce (DCT – Dual Clutch Transmission –  con le levette al volante).

I SISTEMI DI SICUREZZA – Un'automobile di questo livello non poteva mancare di dispositivi di sicurezza e di assistenza alla guida, tra i più tecnologici. Così questa segmento C del Marchio di lusso di Nissan (che a Ginevra ha presentato anche un QX30 Conceptstar), dispone di Automatic Park Assistance con Around View Monitor (AVM) e Moving Object Detention (MOD); Blind Spot Warning, che avverte il guidatore dal sopraggiungere di un veicolo dal lato “cieco” della vettura, aumentando notevolmente la sicurezza ogni volta che si decide di compiere un cambio di direzione; Forward Collision Warning che avverte, previene ed eventualmente evita con una frenata di emergenza il tamponamento con la vettura davanti; Auto High Beam Assist, che migliora la sicurezza e il comfort durante la guida notturna; e l'Intelligent Cruise Control, in grado di mantenere la distanza di sicurezza dal veicolo che ci precede e di frenare la vettura sino al completo arresto.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

E-fuel insufficienti: copriranno il 2% delle auto ICE nel 2035

Telepass per pagare il Traghetto Stretto di Messina: come funziona?

San Gottardo: non siamo pronti agli incendi di camion elettrici