Salerno Reggio Calabria: Anas attiva i sensori di peso Sentinel sui ponti

Il sistema Sentinel sarà testato sull'autostrada A2 con sensori dinamici, prevenire il rischio crollo dei ponti costerà 4,6 milioni di euro

13 dicembre 2018 - 12:37

Il crollo del Ponte Morandi è stato classificato come il più grande disastro stradale avvenuto – presumibilmente – a causa delle precarie condizioni strutturali conseguenti alla scarsa manutenzione, poi il traffico pesante ha dato il colpo di grazia. Una tragedia che ANAS in collaborazione con l'ENEA e altri partner vuole evitare attivando un sistema di pesatura dinamica dei tir in corsa che permetterà di prevenire attraverso modelli matematici anche interventi manutentivi. Vediamo meglio in cosa consiste la sperimentazione di SENTINEL avviata sulla rinnovata Autostrada A2 Salerno Reggio Calabria.

IL PROGETTO SENTINEL SULL'A2 Il sistema SENTINEL si basa sulla pesatura dinamica per dare maggiore sicurezza ai nodi strutturali – fa sapere l'ANAS – e fa parte di un progetto di sperimentazione finanziato dal MIUR (Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca) con il fondo Ricerca e Innovazione 2014-2020. Il progetto infatti è stato attivato grazie allo stanziamento di 4,6 milioni di euro per la durata di 30 mesi. “L'obiettivo è quello di sviluppare e realizzare un sistema di pesatura dinamica dei veicoli – spiega Ugo Dibennardo, resposnsabile delle manutenzioni straordinarie Anas – che, integrandosi con altri sistemi, collabori in una gestione intelligente e predittiva del traffico di mezzi pesanti aventi effettive condizioni di carico non compatibili con le caratteristiche della struttura viaria, con smistamento in tempo reale su viabilità alternativa”.

IL PIANO DI CONTROLLO CON IL MIT DI BOSTON Il passaggio di circa 30mila trasporti eccezionali viene monitorato ogni anno da ANAS attraverso un sistema informatizzato con l'impiego di App dedicate che tramite la geolocalizzazione consente il tracciamento dei trasporti eccezionali da parte delle Sale Operative e quindi individua i percorsi maggiormente interessati dai transiti eccezionali. Con il sistema SENTINEL che sarà installato sul tratto dell'Autostrada A2 da Salerno a Reggio Calabria avverrà un monitoraggio continuativo dei mezzi pesanti. Il sistema SENTINEL si aggiunge a un altro monitoraggio che ANAS ha pianificato con il MIT di Boston su 13 mila ponti e cavalcavia della rete attraverso sensori gestiti da un algoritmo a intelligenza artificiale, segnalando tutte le anomalie che necessitano di approfondimenti conoscitivi.

DOVE SARANNO INSTALLITI I SENSORI L'installazione del sistema è prevista in prossimità di nodi di infrastrutture stradali quali ponti, viadotti e cavalcavia, tratti considerati delicati per le caratteristiche altimetriche, ambientali e climatiche. Il progetto permetterà di avere informazioni utili sia per le attività di manutenzione delle infrastrutture stesse sia a supporto del controllo dei veicoli pesanti in sovraccarico. “L'aspetto più innovativo consiste nell'abbinare la 'pesatura dinamica' dei TIR con modelli predittivi basati su traffico e condizione di carico, ma anche su fattori quali altimetria e condizioni meteo, con strategie di sicurezza come lo smistamento su viabilità alternativa o il fermo in area/tratta di accumulo”, spiega Piero De Fazio, ricercatore del Dipartimento Tecnologie energetiche dell'ENEA.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Scatola nera: per gli sconti obbligatori mancano da due anni i decreti attuativi

Toyota studia l’interazione della guida autonoma con i pedoni in Europa

Guida autonoma: l’80% dei conducenti non è pronto ad usarla