RCA: guida esclusiva per risparmiare? Sì, ma occhio ai rischi

La rivalsa in agguato se una persona, diversa dal guidatore, causa un incidente con la macchina dell'assicurato

26 ottobre 2012 - 6:56

È sempre più caccia alla RCA che consenta di risparmiare: dopo i continui rialzi apportati dalle Assicurazioni, si cercano soluzioni per non farsi svuotare il portafogli. Secondo i calcoli di Facile.it, sito leader nella comparazione di polizze assicurative, pur di pagare meno, 2.500.000 italiani (vale a dire circa l'8% degli assicurati) scelgono di inserire l'opzione di guida esclusiva nella propria polizza; così facendo l'unica persona che potrà guidare il veicolo sarà l'intestatario del contratto.

VANTAGGIO – Con questa formula, ci si garantisce un risparmio medio del 5% annuo rispetto alla RCA base normale, aperta a qualsiasi guidatore. “Il ricorso all'opzione di guida esclusiva – spiega Mauro Giacobbe, responsabile Business Unit Assicurazioni di Facile.it – viene spesso visto dal cliente come un trucco per ottenere uno sconto sulla rata, ma sebbene si pensi a risparmi notevoli, nella realtà dei fatti questo non arriva al 5%. Decisamente troppo poco per esporsi al rischio di un incidente causato da un conducente (magari il coniuge) non dichiarato all'atto dell'assicurazione”. E il rischio è che, se l'auto causa un incidente e alla guida c'era una persona diversa dalla persona indicata nel contratto, scatti la rivalsa assicurativa: la Compagnia rimborsa il danneggiato, però ha diritto a farsi restituire dal cliente quanto sborsato, o una parte dell'indennizzo. Tutto per contratto, nulla di contestabile di fronte a un giudice. Occhio: in caso di lesioni fisiche, ballano decine di migliaia di euro; quindi, valutate bene se valga la pena correre questi pericoli, a fronte di un risparmio dell'ordine del 5%.

IDENTIKIT – L'indagine di Facile.it, condotta su 60.000 preventivi compilati negli ultimi tre mesi, ha permesso di tracciare l'identikit di chi sceglie la guida esclusiva; sarà per il loro maggior attaccamento all'automobile, ma parliamo in misura preponderante di uomini. Se, infatti, tra le donne la percentuale di preventivi con questa opzione si ferma al 7%, tra gli uomini sale all'11%. Le richieste di guida esclusiva aumentano sensibilmente spostandosi a sud dello Stivale, complici i prezzi più elevati delle assicurazioni nelle Regioni meridionali. Non stupisce che in Campania la percentuale di domande sia molto più elevata: se la media nazionale è dell'8% qui arriviamo al 25,7%; seguono la Sicilia (18,2%) ed il Molise (18,1%). Una scelta più ragionata è quella, di contro, fatta dal 58% degli automobilisti italiani che preferiscono la cosiddetta “guida esperta”: opzione che consente l'uso del veicolo anche ad altri conducenti, purché di età superiore ai 26 anni.

1 commento

Andrea
14:10, 27 ottobre 2012

– e' sufficiente leggere le CGA (condizioni generali di assicurazione); fermo restando che, nei confronti dei terzi danneggiati, la compagnia è obbligata a risarcire in solido e non può opporre eccezioni, la rivalsa viene solitamente limitata ad un certo importo;
– ad es. nel mio contratto RCA con guida esclusiva c'è scritto che, salvo i casi di stato di necessità o affidamento all'officina per riparazioni -in cui non 'è rivalsa, la rivalsa è max 5000 euro; quindi se l'auto la guido solo io, mi sta bene… (di più, se un amico mi chiede di provarla, ho buon gioco nel rispondergli che la copertura vale solo per me…);
– quando porto l'auto dal concessionario per il tagliando, pretendo che per il test drive utilizzino la loro “targa prova”; se il collaudatore causa un incidente, niente malus a mio carico,…

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Incidente con cane senza guinzaglio

Incidente con cane senza guinzaglio: chi paga i danni?

Autovelox e telecamere Ztl

Autovelox e telecamere Ztl possono verificare assicurazione e revisione

Decreto semplificazioni: le grandi opere che il Governo intende sbloccare