Quali sono i sistemi di sicurezza che piacciono di più agli automobilisti?

Una ricerca JD Powers mette in luce quali sono le tecnologie per la sicurezza che piacciono di più agli americani

27 aprile 2015 - 16:00

La ricerca di JD Power, 2015 U.S. Tech Choice Study, ci dice che tre fra le prime cinque tecnologie che i consumatori americani vorrebbero nel loro prossimo veicolo ci sono sistemi di sicurezza avanzati e sono anche propedeutici ai veicoli a guida autonoma.

TASTIAMO IL POLSO AI CONSUMATORI – Vediamo, prima di ogni altra cosa, come si è svolto il 2015 U.S. Tech Choice Study. Il periodo delle rilevazioni è stato il trimestre gennaio – marzo 2015 e i pareri sono stati raccolti con un sondaggio online che ha riguardato più di 5.300 persone che hanno acquistato o preso in leasing un veicolo nuovo negli ultimi cinque anni. Le risposte sono state divise in base a a 4 fasce di età, chiamate – da JD Powers – Pre-Boomers (nati prima del 1946); Boomers, o Baby Boomers, (i nati fra il 1946 ed il 1964); Gen X (nati fra il 1965 ed il 1976) ed i giovani Gen Y, che hanno visto la luce fra il 1977 ed il 1994. Per tutte le generazioni il prezzo è la variabile che viene considerata più importante per valutare una tecnologia: essa infatti viene “votata” al primo posto dal 25,2 % dei rispondenti. Snocciolando i dati per fascia di età emergono però differenze interessanti, con la Gen Y che è la meno sensibile al prezzo delle tecnologie e, di converso, ha la maggiore disponibilità a spendere per le nuove tecnologie. I dati ad essa relativi sono questi: hanno comprato finora il 27,7% dei nuovi veicoli nel 2015, sono disposti a spendere in media 3.703 dollari in tecnologia per il loro prossimo veicolo e il costo della tecnologia è importante soltanto per il 19,9% di loro.

L'ETÀ È IMPORTANTE MA ANCHE LE TECNOLOGIE – Vediamo ora i Pre-Boomers, ossia le persone nate prima del 1946 (hanno perciò almeno 70 anni): sono quelli che spenderebbero di meno in tecnologia (2.067 $) e per il 28,3% pensano che il prezzo sia il principale criterio per valutare una tecnologia. I Boomers ( che sono nati fra il 1946 ed il 1964) sono ottimi acquirenti – effettuano il 37,1% degli acquisti – si dicono disposti a spendere 2.416 dollari e sono i più sensibili al prezzo delle tecnologie, dato che il 29,2% di loro mette al primo posto. In posizione intermedia la Gen X: anche i nati fra il 1965 ed il 1976 spenderebbero abbastanza per la tecnologia (3.007 dollari non sono pochi) ma il 26,4% di loro mette al primo posto il prezzo come la variabile più importante nel valutarla.

Lo studio utilizza avanzate metodologie statistiche per misurare le preferenze e il valore percepito di tecnologie future o emergenti; il loro numero è di 59, suddivise in 6 macroaree: Intrattenimento e connettività; Comfort e funzionalità; Protezione dalle collisioni; Assistenza alla guida; Navigazione e Efficienza energetica. Tra le tecnologie verso le quali i consumatori esprimono più interesse emergono: sistemi di rilevazione e di prevenzione dell'angolo ceco, aiuti per la visione notturna e sistemi avanzati di mitigazione degli effetti delle collisioni.

PREFERENZE TECNOLOGICHE ALTERNATE – Questi risultati dimostrano che le persone manifestano una crescente accettazione del concetto che il veicolo possa controllare sistemi critici per la sicurezza come i freni e lo sterzo, elementi fondamentali dei veicoli a guida autonoma. Nella Top Five delle tecnologie più gradite del consumatore si inseriscono due soluzioni non direttamente connesse all'evitamento degli urti: la telecamera di retromarcia e la vernice auto-riparante; scarso appeal hanno invece dimostrato le soluzioni come il riconoscimento dei gesti e applicazioni per l'efficienza energetica (ad esempio le griglie di ventilazione attive e i tettucci in vetro solare. Questa disaffezione si può spiegare, almeno in parte, con gli sforzi che le Case automobilistiche stanno già facendo per migliorare i consumi ed i prezzi del carburante relativamente bassi in questo momento. Una cosa è certa: l'elettronica di consumo sta influenzando l'automotive tramite le aspettative dei clienti, che sono abituati a rapidi cambiamenti delle tecnologie e a considerare importanti gli aggiornamenti software e la miniaturizzazione e l'economicità di sensori e telecamere. Quali risultati registrerebbe un'indagine simile in italia?

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Incentivi auto Lombardia 2021

Incentivi auto Lombardia 2021: fino a 8.000 euro con rottamazione

ASPI nuove colonnine di ricarica

ASPI: 400 nuove colonnine di ricarica da febbraio 2021

Tempi di guida e riposo degli autisti

Tempi di guida e riposo degli autisti di autobus extraurbani