PSA: il pickup strategico si farà, ma con i cinesi di ChangAn

Il mercato dei Pick-up diventa sempre più interessante e il Gruppo PSA provvede a inserirli in gamma sviluppandoli con i propri partner cinesi

28 settembre 2017 - 9:00

Lo scorso giugno il Gruppo PSA ha siglato un importante accordo di cooperazione con i cinesi di Changan, partner ormai storico del costruttore francese. L'accordo impegna l'azienda d'oltralpe a investire 500 milioni di euro a sostegno delle fabbriche e dei progetti in estremo oriente. La joint venture ha già dato il primo frutto, un pick-up leggero da distribuire tanto sulle piazze asiatiche quanto su quelle internazionali. Si tratta di una tipologia di vettura per la quale la domanda sta aumentando globalmente e che al momento è assente nella gamma di modelli offerti dai brand Citroën e Peugeot.

AI FRANCESI MANCAVA UN PICK-UP LIGHT PER I MERCATI EMERGENTI Gli affari cinesi del Gruppo PSA hanno ricevuto una buona iniezione di capitali la scorsa estate quando la compagine francese ha ribadito la partnership, iniziata 6 anni addietro, con Changan Automobile siglando una nuova joint venture di tipo strategico. Mettendo sul tavolo delle trattive 500 milioni di euro il Gruppo francese svilupperà in Cina un nuovo modello chiave per gli obiettivi di espansione dell'azienda parigina. Come dicevamo in apertura si tratta di un pick-up il quale verrà progettato e definito in Cina ma con standard mondiali; questa peculiare nicchia di mercato sta vivendo un momento particolarmente felice e le previsioni per il futuro suggeriscono una ulteriore crescita della domanda a livello internazionale (Rimani aggiornato con tutte le novità sui pick-up, leggi qui).

MERCATO FIORENTE CHE INGOLOSICE LE CASE COSTRUTTRICI Il nuovo pick-up, il quale avrà una stazza di circa 10 quintali, sarà costruito nello stabilimento di Ding Zhou nel quale Changan produce prevalentemente veicoli commerciali leggeri. Il lancio sul mercato interno cinese e nel resto del Mondo è previsto entro il 2020; il Gruppo PSA sembra contare non poco su questo modello per potere raggiungere l'obiettivo autoimposto di triplicare le vendite di veicoli commerciali all'estero entro il 2021. Nell'arsenale di modelli dell'azienda francese manca proprio un pick-up da 1 tonnellata mentre la concorrenza si è già attrezzata per sfruttare un mercato fiorente (Scopri il nuovo Pick-Up Mercedes X-Class); secondo le stime di JATO Dynamics nel primo semestre dell'anno 323 mila veicoli sono stati registrati nella regione Asia-Pacifico e 120 mila in Sud America. In Europa la nicchia è cresciuta del 19% giungendo a 80,6 mila immatricolazioni.

PER L'AFRICA ESPERIMENTO IN CORSO CON IL REBADGING Lo scorso settembre PSA è approvata al mondo dei pick-up sperimentando il Peugeot Pick-up destinato per i mercati del continente africano. La vettura, pur fregiandosi del badge del Leone, è sostanzialmente la cinese ZNA Rich New di Zhengzhou Nissan Auto. Il pick-up viene assemblato dalla consociata Dongfeng (Sapevi che anche Dongfeng è entrata nell'universo PSA? Leggi qui) sfruttando la meccanica della prima generazione della Nissan Navara; non si tratta certamente di un prodotto all'avanguardia, visto che la meccanica di base risale all'ormai lontano 1997. Il pick-up del Leone sarà proposto con una dotazione di serie che comprende il doppio airbag, l'impianto ABS e i sensori di parcheggio.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Viaggiare in autobus è sicuro

Incidenti con autobus -4,5%, nel 2018 calano più degli autocarri

Pedoni regole per attraversare la strada

Pedoni: le regole per attraversare la strada

ADAS obbligatori dal 2022: l’elenco ufficiale va in Gazzetta UE