Preventivi online. Il Garante accoglie gli impegni di Facile.it e 6Sicuro

Preventivi online. Il Garante accoglie gli impegni di Facile.it e 6Sicuro L'Antitrust ha reso obbligatori gli impegni proposti da Facile.it e 6Sicuro per le attività di comparazione online delle Rca

L'Antitrust ha reso obbligatori gli impegni proposti da Facile.it e 6Sicuro per le attività di comparazione online delle Rca

28 Aprile 2015 - 08:04

Si concludono le due istruttorie parallele (avviate il 10 ottobre 2014) per accertare l'eventuale violazione delle norme sulle pratiche commerciali scorrette da parte di Facile.it e 6Sicuro nelle attività di comparazione online delle polizze assicurative Rc auto. L'Antitrust ha deciso di accettare e rendere obbligatori gli impegni proposti dalle società. Si veda qui come SicurAUTO.it ha seguito passo dopo passo l'evolversi della situazione, senza contare le criticità emerse anche in sede europea.

PRIMO GUAIO – Un primo profilo contestato, ricorda l'Antitrust, riguardava la scarsa trasparenza sui siti internet dei professionisti circa il numero e l'identità delle compagnie considerate, la loro rappresentatività, il processo di vendita e le fonti di guadagno del sito comparatore. Tutto questo poteva generare ambiguità rispetto alla significatività dell'esito della comparazione e rispetto alla presenza di eventuali interessi del comparatore nell'orientare le scelte del consumatore verso alcune polizze. In merito, gli impegni delle parti prevedono l'inserimento sui propri siti internet di informazioni chiare e immediate circa il meccanismo di funzionamento del sito, le provvigioni riconosciute al comparatore dalle compagnie, nonché la quota di mercato delle compagnie oggetto di comparazione.

DIFFICILE DA CAPIRE – In particolare, dalle informazioni presenti sul sito internet Facile.it, dice l'Antitrust, non è possibile comprendere pienamente alcuni aspetti che appaiono essenziali per un processo decisionale del consumatore pienamente consapevole. Ovvero quale sia la natura dell'attività economica svolta dal comparatore (se venda polizze e se sia remunerato da tutte o alcune compagnie, gli elementi essenziali della struttura remunerativa per individuare eventuali incentivi a condizionare i confronti e a orientare le scelte del consumatore), il perimetro di comparazione preso a riferimento (numero e identità delle compagnie, loro rappresentatività e quota di mercato complessiva), la valenza del risultato della comparazione (“frequenza di aggiornamento” dei dati utilizzati per i confronti e fonte), le caratteristiche del processo di vendita delle polizze selezionate (con chi si conclude l'acquisto e mediante che canale).

SECONDO PROBLEMA – Un altro punto caldo riguardava l'inserimento tra i risultati della comparazione di coperture assicurative accessorie rispetto a quella Rc auto, in modo non aderente rispetto alle richieste del consumatore, rendendo così non omogenee e difficilmente comparabili le offerte delle compagnie. Gli impegni segnano il passaggio a una procedura in cui verranno proposte solo polizze in linea con le caratteristiche prescelte dal consumatore, che potrà eventualmente selezionare con un click coperture aggiuntive, esprimendo in modo esplicito la propria volontà. Gli impegni contengono, infine, misure volte a introdurre una maggiore trasparenza dei messaggi pubblicitari con particolare riferimento a claim del tipo “risparmia fino a…”. Nell'accettare gli impegni, l'Autorità ha rilevato che i vantaggi derivanti da un confronto rapido e immediato delle offerte di compagnie può consentire una significativa opportunità per il consumatore, favorendo anche una generale riduzione dei prezzi. In particolare, l'Antitrust non era convinta del risparmio conseguibile tramite il proprio sito comparativo, con riferimento al claim presente nell'home page del sito www.6sicuro.it che prospetta la possibilità di ottenere risparmi sulla copertura Rc auto “fino a 800 euro ” senza fornire indicazioni che consentano di comprendere i criteri di quantificazione di tale risparmio. Analogamente, nella sezione “I 6 buoni motivi per scegliere 6sicuro” al punto 4 “Risparmio dei costi e dei tempi” è evidenziato che rivolgendosi a 6sicuro si può risparmiare “fino al 50%” confrontando le varie offerte in tempo reale, senza ulteriori specificazioni, e in un messaggio inviato tramite email il 2 settembre 2014 dall'indirizzo preventivo@6sicuro.it, unitamente all'invito a completare un preventivo online, il professionista rappresenta che “il 70% dei nostri utenti risparmia fino a 800 euro sulla propria polizza auto”, senza ulteriori indicazioni.

Commenta con la tua opinione

X