Porsche, diesel in calo. Oltre 1 Panamera venduta su 2 è a batterie

L'assistenza ai clienti resta, ma Porsche ha ufficializzato lo stop allo sviluppo dei motori diesel con il piano da 6 miliardi sulle auto elettriche

24 settembre 2018 - 12:11

In ossequio al piano di investimenti da 6 miliardi di euro fino al 2022 per lo sviluppo della propulsione elettrica, Porsche ha annunciato ufficialmente l'addio all'alimentazione diesel. Tuttavia, i modelli con motorizzazioni a gasolio della Casa di Zuffenhausen erano già fuori produzione dal febbraio scorso. Il motivo di questa scelta storica è legata all'aumento della domanda per auto elettrificate, soprattutto sul mercato europeo. Perciò, Porsche fine alla propria esperienza nel campo dell'alimentazione diesel dopo dieci anni di produzione.

PIU' IBRIDE E MENO DIESEL Lo scorso anno, il 63% delle Porsche Panamera vendute sul mercato europeo erano a propulsione ibrida Plug-In. In calo, invece, le richieste di Porsche con motorizzazioni diesel nel 2017, dato che il quantitativo delle vendite globali ammonta solamente al 12% del totale. Situazione completamente differente sul mercato italiano dove, su 5.493 Porsche vendute lo scorso anno, 3.862 sono diesel e solo 172 ibride, pari rispettivamente a 70% e 3%.

GARANTITA ASSISTENZA AL DIESEL IN FUTURO Porsche ha sottolineato che non è in atto alcuna demonizzazione nei confronti dell'alimentazione diesel, ma è considerata secondaria a livello di sportività. Inoltre, sarà garantita l'assistenza post vendita in futuro per tutte le vetture Porsche a gasolio vendute fino ad oggi, secondo gli standard della Casa di Zuffenhausen. Continueranno ad essere sviluppate ulteriormente le motorizzazioni a benzina per i puristi che snobbano la propulsione ibrida, mentre per i clienti più orientati al futuro sarà disponibile la supercar elettrica Taycan, in arrivo nel corso del 2019. Tuttavia, entro il 2025, ogni modello di Porsche sarà proposto nella corrispondente versione ibrida o elettrica.

10 ANNI DI DIESEL Il debutto di Porsche nell'alimentazione diesel risale al 2008, con la versione restyling della prima generazione della Cayenne, equipaggiata con il motore 3.0 V6 Diesel da 240 CV di potenza. Questo propulsore fu confermato anche per la seconda generazione della SUV di Zuffenhausen, introdotta nel 2010, ma la potenza fu incrementata prima a 245 CV nel 2011 e poi a 250 CV nel 2014. Nel 2012, invece, debuttò la Cayenne S con l'unità 4.2 V8 Diesel da 385 CV di potenza. Anche la berlina Porsche Panamera è stata proposta nella declinazione a gasolio, sempre con il motore 3.0 V6 Diesel da 250 CV di potenza, poi incrementata a 300 CV in occasione del restyling. L'attuale nuova generazione della Porsche Panamera è stata commercializzata brevemente nella versione 4S a gasolio, con il propulsore 4.0 V8 Diesel da 422 CV di potenza, anche nella variante Sport Turismo con la carrozzeria station wagon in stile shooting brake. Infine, tra i modelli diesel di Porsche figura anche la SUV media Macan S con l'unità 3.0 V6 Diesel da 250 CV di potenza.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Pressione pneumatici invernali: perché le gomme si sgonfiano col freddo

Automobilisti senza cintura multa

Automobilisti senza cintura: una multa ogni cinque minuti

Furti auto: i 10 modelli più rubati al 2019