Pneumatici cinesi, prezzi su con i dazi annunciati dall'Europa

L'Europa impone i dazi antidumping per proteggere il mercato interno dalla concorrenza sleale. Ecco quanto costeranno in più le gomme cinesi importate

25 luglio 2018 - 11:12

Il prezzo delle gomme cinesi importate in Europa aumenterà in base ai volumi e alla collaborazione delle aziende nella fase istruttoria dell'indagine avviata nel 2017 sull'importazione di gomme provenienti dai mercati asiatici e vendute a prezzi notevolmente più bassi. Un problema per la filiera dei ricostruttori di pneumatici (AIRP) sugli pneumatici per autocarro che ha denunciato il rischio di concorrenza sleale. Al termine dell'indagine di cui vi abbiamo anticipato i primi dettagli qui, la Commissione europea ha stabilito dei dazi provvisori (inizialmente più alti) con la pubblicazione del regolamento 2018/683 del 4 maggio 2018 nella Gazzetta Ufficiale UE che ridefiniscono i prezzi delle gomme cinesi “low cost” importate e vendute in Europa.

COS'E' IL DUMPING SUGLI PNEUMATICI Al centro del provvedimento che sarà preso dalla Commissione europea ci sono gli pneumatici per autocarro prodotti e importati dalla Repubblica Popolare Cinese e piazzati sul mercato a un prezzo notevolmente più basso rispetto alla media del mercato interno. Tutto è iniziato ad agosto 2017 quando sono stati raccolti i primi elementi per identificare le dimensioni del fenomeno dell'importazione di pneumatici dalla Cina verificando l'esistenza di pratiche di dumping. In pratica  il commercio sleale che consiste di piazzare e vendere un prodotto in un altro Paese ad un prezzo più basso rispetto a quello praticato sul mercato di origine.

QUANTO COSTERA' IN PIU' OGNI GOMMA Da qui la decisione di definire dei dazi di compensazione antidumping sull'importazione degli pneumatici per autocarri prodotti in Cina anche da Costruttori noti. Per ogni pneumatico importato in Europa sarà applicata una tassa che dipende dai volumi e anche dal supporto che l'azienda ha offerto nel corso dell'indagine. In particolare per ogni pneumatico autocarro importato pagherà 55,96 euro Xingyuan Tire Group; 47,51 euro Giti Group; 44,94 euro Aeolus Group e Pirelli; 43,86 euro Hankook Group; 47,13 euro tutte le società che hanno collaborato all'indagine; 55,96 euro tutte le altre società importatrici di pneumatici per autocarro.

IL VOTO A NOVEMBRE TRASFORMA I DAZI IN LEGGE Il provvedimento della Commissione europea si è reso necessario dalle risultanze emerse nell'indagine di ” un margine di sottoquotazione medio ponderato compreso tra il 21% e il 31% dovuto alle importazioni del prodotto in esame dal paese interessato nel mercato dell'Unione”. Anche se il documento dovrà essere approvato a novembre 2018 dal Comitato antidumping degli Stati membri dell'Unione europea, “gli effetti delle misure antidumping sui produttori dell'Unione sarebbero positivi – spiega il regolamento UE-. La reintroduzione di un'equa concorrenza e di condizioni di parità, in assenza di importazioni oggetto di dumping, andrebbe a vantaggio di un sano sviluppo dell'intero mercato del pneumatico dell'Unione”. Vuoi scoprire tante curiosità sulla scelta e la manutenzione degli pneumatici auto? Non perderti i video #SicurEDU.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Multa Roma

Multe Roma: dal 1° novembre 6 nuove telecamere sulle preferenziali

Halloween 2020: come proteggere l’auto dai danni e cosa fare

Incentivi auto elettrica

Incentivi auto Piemonte 2020: fino a 12.000 euro con rottamazione