Gomme invernali

Gomme nuove: meglio montarle davanti o dietro?

Cambiare solo due gomme è un'abitudine diffusa tra gli automobilisti ma molti gommisti lo fanno nel modo sbagliato. Facciamo chiarezza in questo video

11 dicembre 2020 - 8:00

Le gomme che durano all’infinito non sono ancora state inventate e anche se un’auto con tutti e quattro gli pneumatici nuovi o con la stessa usura si comporta meglio in tutte le situazioni di guida, il Codice della Strada non vieta di montare solo due gomme nuove per volta. Ed è in questi casi che proprio rivolgendosi al gommista per sapere dove è meglio montarle spesso e volentieri si sentono le risposte più preoccupanti. Noi abbiamo fatto delle ricerche e chiesto il parere degli esperti che ci hanno aiutato a fare chiarezza sulla posizione più sicura delle gomme più nuove: meglio davanti o dietro? Scoprilo nel video qui sotto!

Articolo aggiornato il 11 dicembre 2020 alle ore 8:00

GOMME NUOVE DAVANTI O DIETRO: GOMMISTI DISINFORMATI

Chi per risparmiare sceglie di montare solo 2 gomme nuove poi si chiede se è più corretto montarle davanti o dietro. Un dubbio frequente che si ripropone ogni volta anche quando chiediamo al gommista di invertire le gomme per farle consumare omogeneamente davanti e dietro ma non facciamo altro che trovarci più disorientati. Gli addetti ai lavori sono spesso su posizioni diverse: c’è chi sostiene che è più sicuro montare le gomme nuove davanti e chi invece consiglia ai propri clienti di montarle dietro. Un grossolano e pericoloso errore che segue miti e convinzioni grottesche che vogliono le gomme più nuove davanti. E’ sbagliato e nel video qui sotto spieghiamo perché.

COSA SUCCEDE ALLE GOMME NUOVE DAVANTI E DIETRO

Se è vero che le ruote anteriori possono sembrare più stressate dalle dinamiche dell’auto nelle sterzate, frenate, accelerazioni e mettiamoci anche i trasferimenti di carico, sono anche quelle su cui il guidatore ha il maggiore controllo mentre guida ed è vero, come spieghiamo nel video qui sotto. Le cose però si complicano quando invece la perdita di aderenza si ha alle ruote posteriori, una situazione di sovrasterzo che si può verificare anche guidando un veicolo a trazione anteriore, ad esempio durante una frenata in curva con l’auto che tende a fare una traiettoria più stretta di quella impostata. Da lì al testacoda, a meno di essere davvero esercitati a riportare l’auto dritta, passa un attimo se neppure i sistemi di controllo della stabilità riescono a lavorare correttamente.

LA SOLUZIONE MIGLIORE

Per capire meglio cosa succede, bisogna sapere che durante una frenata le gomme posteriori si trovano già più scariche rispetto a quelle anteriori e in assenza di altri interventi nelle mani del guidatore, l’unica cosa che tiene l’auto in carreggiata è l’aderenza degli pneumatici al suolo che si potrà avere montando dietro gli pneumatici più nuovi e quelli usati davanti, a prescindere se l’auto sia a trazione anteriore o posteriore. Ricordatelo al vostro gommista la prossima volta che proverà a convincervi che le gomme più nuove debbano stare davanti e condividete questo articolo con amici e parenti. Scopri tante altre curiosità e informazioni utili nei video #SicurEDU sugli pneumatici auto.

5 commenti

alex
12:27, 5 aprile 2018

Questa cosa l'ho già sentita parecchie volte e mi sembra scritta da gente che non h amai guidato..per esperienza posso azzardare che è meglio avere “in mano il volante” nelle situazioni critiche…se ti trovi senza aderenza all'anteriore durante una frenata o in curva come la risolvi?

michele
14:54, 7 aprile 2018

siamo all'eetrno enigma…. è nato prima l'uovo o la gallina? ci si puo “salvare” con l'accelerazione se il posteriore scappa? direi di si. Nel video fate vedere dei test di tenuta in curva con un BMW quindi trazione post è una guida diversa e la macchina reagisce diversamente da una a trazione ant siete sicuri che anche icon queste vetture vada bene montare le gomme nuove sul posteriore??

Donato
8:50, 9 aprile 2018

Gentile Michele,
grazie del commento. Quanto dici è vero riguardo all'auto utilizzata nel video Michelin ma trazione posteriore o anteriore fa poca differenza sul lato dove montare le gomme più nuove. A dirlo sono i massimi esperti di pneumatici dell'Associazione Europea di Produttori di Pneumatici, quindi possiamo dire di aver sfatato il mito tra l'uovo e la gallina su cui anche i gommisti vecchia scuola hanno per anni fanno proiseliti tra automobilisti di vecchia data convinti che davanti sia meglia.
Per fortuna ora ci sono i test e e autorevoli pareri a dimostrare il contrario per la sicurezza degli automobilisti.
Grazie e continua a seguirci! 🙂

Simone
15:49, 18 luglio 2018

Quindi io guido per 20.000 km e poi controllo lo spesso dei pneumatici e mi accorgo che le anteriori sono più consumate della posteriori quindi, non dovrei invertirle davanti-dietro perché così facendo metterei il battistrada più usurato al posteriore. Secondo la vostra opinione e quella degli esperti dovrei lasciare così i pneumatici (battistrada più profondo al posteriore ma così sarei obbligato a sostituire solo una coppia per volta di pneumatici e più precisamente sempre quelli anteriori. E se invece volessi consumarli uniformemente dovrei per forza di cosa passare i pneumatici più usurati al posteriore!! Qualcosa non mi torna!

Daniele
9:01, 21 luglio 2018

Per me voi lettori state facendo confusione tra invertire gli pneumatici ed acquistarne un paio nuovi : l'inversione ha lo scopo di mantenere il più uniforme possibile l'usura degli pneumatici avanti/indietro quindi ha senso invertirli periodicamente; in caso di acquisto di un paio nuovi è presumibile che la differenza di usura con quelli già montati sia significativa ed per questo che ai consiglia di metterli sull'asse posteriore.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gomme usate: è legale montarle sull’auto?

Autostrade: un cantiere ogni 18 km da nord a sud

Primo soccorso

Incidente mortale auto: cosa fare