Assicurazione pneumatici come funziona

Falken elimina il cattivo odore dalla gomma degli pneumatici

L’odore della gomma può essere sgradevole se persiste a lungo: Falken ha trovato il modo di eliminare (quasi) il cattivo odore dalla gomma degli pneumatici

13 maggio 2020 - 9:29

Il cattivo odore della gomma degli pneumatici è una fragranza molto apprezzata dagli appassionati di motori. Il caratteristico odore della gomma naturale però può essere poco gradevole se in concentrazioni importanti negli stabilimenti e nei depositi di penumatici. Ecco perché Sumitomo Rubber Industries, cui fa capo la marca di pneumatici Falken ha sviluppato una gomma naturale con odori ridotti. Ecco di cosa si tratta e perché è importante l’odore della gomma nella produzione industriale.

FALKEN ELIMINA L’ODORE DELLA GOMMA DEGLI PNEUMATICI

E’ stata battezzata con il nome RONR (Reduced Odour Natural Rubber), un nuovo tipo di gomma naturale che emette un odore significativamente inferiore. Con una tecnica di lavorazione delle materie prime sviluppata nello stabilimento in Thailandia, si può quasi eliminare il forte cattivo odore della gomma. La riduzione dell’odore dalla gomma è stata ottenuta impedendo la rottura dei legami che causano cattivi odori (proteine ​​e lipidi) all’interno della gomma naturale. “La scoperta di questa nuova tecnica rappresenta un passo importante verso la risoluzione di problemi di odore a lungo”, ha spiegato Bernd Löwenhaupt di Sumitomo Rubber Europe GmbH. “Sarà utile non solo negli impianti di lavorazione della gomma naturale, ma anche nelle fabbriche di pneumatici e in altri siti in cui viene gestita la gomma naturale“.

LA GOMMA CHE NON “PUZZA” E LE MATERIE PRIME NATURALI

La gomma naturale rappresenta circa il 30% in peso delle materie prime che compongono uno pneumatico. La prossima sfida – spiega Sumitomo Rubber Industries – è trovare soluzioni pionieristiche sul suo utilizzo. L’azienda sostiene che i vantaggi vanno dal miglioramento delle prestazioni degli pneumatici a una maggiore consapevolezza ambientale complessiva, come la modifica delle proprietà della gomma naturale e un maggiore utilizzo dei materiali da biomassa. Negli ultimi anni molti produttori di pneumatici hanno sperimentato gomma naturale ottenuta da biomasse, come piante o derivati vegetali.

LA GOMMA NELLA PRODUZIONE DEGLI PNEUMATICI AUTO

Per comprendere quanto “pesa” l’utilizzo della gomma (naturale e sintetica) sulla produzione di pneumatici, dei dati interessanti vengono fuori dal bilancio JTMA 2019. La Japan Automobile Tyre Manufacturers Association, ha dichiarato che la produzione di pneumatici per auto ha richiesto nel 2018 oltre 1 milione di tonnellate di gomma. Di questa composizione oltre la metà è gomma naturale, in aggiunta a una minore quantità di gomma sintetica, che però conserva quote di utilizzo stabili. Acciaio, e altri componenti tessili, sono solo una parte marginale in peso, ma con una grande importanza nella produzione degli pneumatici più efficienti e innovativi, come vi mostriamo nel video qui sotto.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Codice della Strada

Codice della Strada: attenti alle ‘bufale’ in rete

Bambini in auto rivolti all’indietro: in arrivo regole più rigide negli USA

Obbligo gomme invernali: tutte le scadenze 2020 – 2021