Patente auto: 6 milioni di italiani bocciati all'esame almeno una volta

L'esame della patente per gli italiani non è affatto semplice, il 17% l'ha dovuto ripete: i meno bravi bocciati alla prova pratica

30 luglio 2018 - 11:57

Prendere la patente, almeno fino a qualche anno fa, per gli italiani era un traguardo da conquistare una volta compiuti i 18 anni, ma un'indagine di un importante portale di preventivi online rivela anche che la licenza per poter guidare un'auto o una moto è stata un calvario fatto di diversi tentativi per almeno il 17% delle persone che guidano. Secondo l'indagine infatti dei 36 milioni di patentati, in Italia 6.200.000 hanno ripetuto almeno una volta la prova teorica o quella pratica. Ecco quanti tentativi sono andati a vuoto per chi ha dovuto impegnarsi di più per prendere la patente (leggi qui come recuperare i punti della patente che si perdono con le multe).

216 MILA ITALIANI BOCCIATI A TEORIA E PRATICA Il sondaggio condotto dall'Istituto mUp Research in collaborazione con Norstat ha messo a nudo le debolezze degli italiani di fronte alle prove teoriche e pratiche per prendere la patente ed è venuto fuori che per il campione rappresentativo della popolazione italiana fra i 18 ed i 74 anni in possesso di patente, la difficoltà maggiore è l'esame pratico. Circa 2.900.000 automobilisti, infatti, sono stati costretti a ripetere almeno una volta l'esame teorico ma alla seconda prova, quella su pratico strada, il numero dei bocciati sale oltre i 3.460.000. Meno fortunati (ma sarebbe meglio dire preparati) i guidatori, circa 216.000, che hanno dovuto invece ripetere sia la teoria sia la pratica.

CHI PERSEVERA MA VIENE BOCCIATO L'indagine di Facile.it ha scavato ancora più a fondo per capire come è andata a chi si è ripresentato al secondo tentativo ed è tornato a casa a mani vuote. Mentre sarebbero circa 1.660.000 gli automobilisti che hanno ripetuto una sola volta la prova, oltre 4.000.000 quelli che hanno rifatto l'esame due volte, poco più di 505.000 i patentati che per tre volte si sono presentati all'esame della patente e 36.000 quelli che hanno conquistato la patente dopo più di tre tentativi.

UOMINI PIU' BRAVI O FAVORITI Per quanto possa avere una valenza relativa conoscere il sesso e l'area geografica di appartenenza dei candidati all'esame della patente bocciati, è curioso scoprire che i più bravi risultano essere i candidati di Sud e Isole (solo il 15,6% ha dovuto ripetere l'esame), mentre all'estremo opposto ci sono i candidati del Centro che hanno ripetuto l'esame almeno una volta nel 20,8% dei casi. Che i neopatentati maschi siano più bravi delle femmine è un vantaggio tutto da dimostrare che si presta a conferme e smentite su vari campi da gioco, ma se ci rifacciamo ai dati del sondaggio condotto in Italia, pare che gli uomini (il 15%) abbiano ripetuto l'esame meno volte delle donne (il 20,4%), colpa dell'emozione? Chissà, sta di fatto che in altri Paesi europei prendere la patente richiede duro allenamento e una spesa non indifferente.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Daimler: il taglio di 6 miliardi e il futuro senza Nissan-Renault

Automobilisti italiani: il 79,5% afferma di rispettare le regole

Controllo pneumatici: la giusta pressione fa risparmiare 83 euro l’anno