Parigi: 600 taxi a idrogeno operativi entro il 2020

Toyota e altri partner lanceranno il primo servizio taxi a idrogeno in Francia: ecco i dettagli di HysetCo

26 febbraio 2019 - 17:22

Toyota non abbandona i suoi piani per l'auto ad idrogeno. Il colosso giapponese dell'auto ha infatti annunciato la sua partnership con Airliquid, Idex e STEP per mettere in strada una flotta di taxi a idrogeno. Il progetto partirà da Parigi e mira traformare il volto della mobilità in città grazie al dispiegamento di 600 veicoli alimentati ad idrogeno. La nuova joint-venture HysetCo vuole arrivare a portare a compimento il progetto entro il 2020. Del resto, fanno notare i promotori, la conferenza sul clima COP21 svoltasi a Parigi nel 2015 aveva lanciato un chiaro messaggio di allarme circa le condizioni di salute della terra. Toyota punta allora ad intensificare le azioni per frenare le conseguenze del cambiamento climatico che sono sempre più sotto gli occhi di tutti.

I TAXI A IDROGENO Parigi vuole essere la Capitale europea a vantare la più numerosa flotta di taxi ad idrogeno. Il progetto Toyota prevede infatti di mettere in strada ben 600 taxi a idrogeno entro la fine del 2020. Sono stati rivelati alcuni dettagli del nuovo progetto cui stanno lavorando insieme Air Liquide, Idex, Société du Taxi Électrique Parisien (STEP) e Toyota. Ecco allora in campo una joint-venture dedicata chiamata HysetCo che è anche la prima società in assoluto dedicata allo sviluppo della mobilità a idrogeno nella regione di Parigi. L'idea è quella di contribuire allo sviluppo di Hype, la prima flotta mondiale di taxi a idrogeno a emissioni zero, lanciata per la prima volta nel 2015 durante la COP21 tenutasi proprio a Parigi. HysetCo faciliterà il radicamento di veicoli a celle di combustibile e la diffusione delle infrastrutture di ricarica all'interno della regione dell'Île-de-France (Leggi Great Wall investe sull'idrogeno in Germania).

PIANO GLOBALE Toyota consegnerà altri 500 Mirai entro la fine del 2020, che si aggiungeranno alla flotta esistente di 100 veicoli Hype. La joint-venture green copre due attività: la distribuzione dell'idrogeno e lo sviluppo di applicazioni relative alla mobilità. Si tratta di una manifestazione completa del loro impegno per la mobilità pulita e il miglioramento della qualità dell'aria. La mission è quella di promuovere la transizione del settore Taxi verso soluzioni a zero emissioni in tempo per le Olimpiadi di Parigi 2024. La flotta di taxi di Hype potrà, inoltre, contare su una rete più ampia di stazioni di ricarica, in seguito alla recente apertura di un nuovo punto dedicato a Roissy, vicino all'aeroporto di Parigi-Charles-de-Gaulle, che si aggiunge a quelli esistenti (Parigi-Orly, Les-Loges-en-Josas e Pont de l'Alma) (Leggi pro e contro dell'auto ad idrogeno).

GLI SVILUPPI Insomma dall'idea dell'idrogeno come una delle chiavi per ridurre l'inquinamento nelle città ecco la necessità di un accordo tra tutti gli attori; produttori, distributori, esperti di mobilità. La partnership tra Air Liquide, Hype, Idex e Toyota è la realizzazione di questa ambizione condivisa. Ad oggi ci sono già 100 taxi ad idrogeno per le strade di Parigi che utilizzando le quattro stazioni di ricarica presenti sul territorio della Capitale. L'espansione di questa flotta a 600 taxi vuole contribuire a migliorare la qualità dell'aria coadiuvando i veicoli 100% elettrici o ibridi i cui numeri sono, di giorno in giorno, in costante aumento.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tesla: nel mondo circolano 2,9 GWh di auto elettriche vendute a marzo 2019

L’Audi TT uscirà dal listino, al suo posto un’auto elettrica

Bollo auto: l’esenzione compete solo alle Regioni