Opel richiama altre 3.446 Corsa per problemi allo sterzo

Le Opel Corsa interessate dal richiamo sono state prodotte tra la fine di aprile 2014 e l'inizio di giugno 2014

10 febbraio 2015 - 14:16

Nello scorso mese di settembre vi avevamo informato circa i richiami attivati da Opel (qui l'articolo completo) e riguardanti alcuni lotti di Adam e Corsa consegnati ai clienti a partire dal febbraio 2014. Si trattava di circa 9.000 auto, che a oggi sono state tutte verificate e ripristinate. Tuttavia, ci sono delle novità, in quanto la Casa tedesca ha deciso di richiamare un altro insieme di vetture che potrebbero avere dei problemi. Si tratta di 3.446 Opel Corsa, in cui bisogna verificare i fusi di snodo del sistema sterzante. I componenti in questione, infatti, sarebbero stati costruiti dall'azienda che li fornisce a Opel, senza rispettare al 100% le specifiche richieste in fase di progetto.

NESSUN INCIDENTE CAUSATO – La campagna di richiamo è già stata attivata, con le comunicazioni ufficiali inviate al Ministero dei Trasporti e le lettere spedite ai proprietari delle auto interessate. Anche se Opel non è a conoscenza di rotture o di incidenti provocati dal cedimento di questi componenti, un rischio di rottura è comunque presente e la scelta della Casa tedesca è quella di garantire la massima sicurezza ai propri clienti. Per questo le Corsa oggetto di richiamo dovranno essere condotte in un'officina autorizzata Opel, dove verranno eseguiti i controlli su entrambi i fusi di snodo presenti.

NON PIU' DI 2 ORE DI FERMO MACCHINA – “Il tempo di intervento nelle nostre officine autorizzate può variare da un minimo dei 10 minuti necessari al controllo – ha dichiarato a Sicurauto.it Paola Trotta, Responsabile dell'Ufficio Stampa Opel – dei componenti, a un massimo di due ore nel caso che vadano sostituiti entrambi i fusi di snodo”.

IL CONTROLLO FAI DA TE – In ogni caso, rimane sempre valida la guida dettagliata (qui il link per scaricarla) che Opel ha pubblicato per capire in tempi brevi se è meglio lasciare l'auto ferma o se la si può guidare con prudenza fino alla concessionaria per sottoporla ai controlli. Oltre al numero di telaio, si può controllare se il componente che vedete nella foto sopra, collocato nei pressi della pedaliera, ha impresso il codice 20E4 oppure 20K3, in questo caso l'auto non dev'essere guidata per evitare qualsiasi rischio. La posizione non è agevole e serve una torcia ma almeno i possessori potranno avere subito conferma del problema e poi comportarsi di conseguenza secondo le istruzioni della Casa madre.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

Trasporto auto elettriche: servono navi speciali “antincendio”

Auto nuove: i sistemi di sicurezza fondamentali per Global NCAP