Ogni giorno si rubano 298 auto, Roma e Napoli le province peggiori

I dati sui furti d'auto sono in costante miglioramento, anche grazie alle tecnologie più evolute come quella satellitare

18 febbraio 2015 - 17:54

In Italia diminuiscono i furti d'auto, anche se resta l'emergenza soprattutto in Campania, Lazio e Puglia, le regioni più a rischio. Roma, Napoli e Milano, invece, sono le province più gettonate dai ladri che si accaniscono soprattutto con le piccole di casa Fiat: Panda, Punto e 500 (sempre le preferite dai ladri). Entrando nel dettaglio della Ricerca – secondo gli ultimi dati disponibili della Direzione Centrale della Polizia Criminale – nel 2014 sono state 107.383 le autovetture rubate (quasi 9.000 al mese, 298 al giorno, oltre 12 ogni ora) con una riduzione di 4.772 auto rispetto all'anno precedente, quando i furti erano stati 112.155.

LE REGIONI PIU' PERICOLOSE – La Campania si conferma in cima al podio come la Regione più a rischio con i suoi 20.982 furti d'auto l'anno, segue il Lazio con 18.315 e la Puglia con 15.546. Segue la Sicilia (15.389) e la Lombardia (14.221). Roma, così come l'anno precedente, si conferma la Provincia in cui vengono rubate più auto: ben 16.923. Segue la provincia di Napoli (15.683) e di Milano (8.503). Appena dopo Catania (7.280) e Bari (6.452).

LE AUTOVETTURE PIU' RICERCATE – Le autovetture in assoluto più “ricercate” continuano ad essere quelle di medio-piccola cilindrata: Fiat Panda (11.813 auto sottratte), Fiat Punto (9.855), Fiat Cinquecento (6.805). Seguono Lancia Y (4.439) e Fiat Uno (4.267). Tutte sommate il 34% del circolante. Questi modelli d'auto sono molto ricercati generalmente per farne un uso temporaneo: per commettere reati (rapine o furti) o per la vendita dei pezzi di ricambio. Quelle più pregiate, di medio-alta gamma, invece, spariscono generalmente “su commissione”, o per essere rivendute all'estero (occhio anche agli hacker). Sul fronte recuperi, invece, nel 2014 sono state ritrovate 46.461 auto (il 43% del totale). Un dato questo migliore del 41% dell'anno precedente.

GLI ANTIFURTI SATELLITARI – Come ci si può difendere? Una soluzione è la tecnologia satellitare, conveniente soprattutto per le auto più rare, costose o ricercate sul mercato (come questa Range Rover) e che può anche portare ad avere un migliore trattamento in sede di stipula della polizza assicurativa. Sicuramente negli ultimi anni sono stati fatti notevoli passi avanti grazie sia alle tecniche investigative sempre più evolute che grazie alla maggiore diffusione della telematica satellitare. “L'installazione di dispositivi di sicurezza satellitare- ha dichiarato il Presidente di Viasat, Domenico Petrone – sono indispensabili per arginare il fenomeno. In caso di allarme, infatti, la Centrale Operativa Viasat attiva le forze dell'Ordine in meno di 120 secondi, riuscendo a recuperare il 68% delle auto entro la prima ora dalla segnalazione di furto. Non solo protezione dell'auto, però. È bene infatti ricordare che chi installa dispositivi satellitari oltre a innalzare la sicurezza personale e dei propri cari, può ottenere consistenti sconti sulla polizza RC Auto anche in assenza di una specifica legge”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Incidenti con animali selvatici in Lombardia

Incidenti con animali selvatici in Lombardia: come chiedere il rimborso

Car sharing Popgo: come funziona l’auto a noleggio condivisa tra privati

I 12 maggiori Costruttori di auto diesel Euro 5 e 6 in Europa