Nuova BMW Serie 7: parcheggia senza nessuno a bordo ed è dimagrita. Il video

La nuova ammiraglia BMW parcheggia da sola, è più leggera grazie a materiali innovativi e ha molti sistemi di assistenza alla guida

20 aprile 2015 - 16:29

BMW dice che la nuova Serie 7 sarà la prima auto di serie a parcheggiare da sola, sola nel senso che gestirà tutto “lei”, perché nessuno sarà seduto al suo interno. L'abilità del conducente servirà solo a premere un pulsante sulla chiave elettronica di avviamento, come mostra il video diffuso dalla Casa auto di Monaco di Baviera.

PIÙ DINAMICA E INTELIGENTE – Klaus Froehlich, il capo del dipartimento R & D di BMW, ha detto che la nuova Serie 7 sarà la più tecnologicamente avanzata della sua classe. In effetti, scorrendo il comunicato diramato in occasione del pre-drive (praticamente un teaser,visto il camouflage) di Miramas, il circuito di prova BMW nel sud della Francia, si legge una notevole lista di caratteristiche avanzate, anche se la chicca tecnologica più attesa è il sicuramente il parcheggio automatico su un'auto premium ma di serie. Fantasia? Dal video sotto è più che realtà.

La vettura, per esempio, riconosce i gesti: sarà facile accettare una telefonata o alzare il volume dello stereo muovendo una mano; i display sono ora touch, per una maggior immediatezza di azionamento. Il telaio è molto avanzato e, grazie ad un controllo addizionale – di serie o in optional – migliora la dinamica di guida e la ride quality. Le sospensioni ad aria autolivellanti a smorzamento variabile sono comunque di serie e interagiscono efficacemente con l'ultima versione del sistema a 4 ruote sterzanti Integral Active Steering, abbinato alla trazione integrale xDrive. Un'altra priorità è il Dynamic Drive roll stabilisation, che interviene, con un meccanismo elettromeccanico sulle barre stabilizzatrici per mantenere un assetto “piatto” anche in curva.

Queste tecnologie promettono un felice connubio di guida dinamica e precisa e comfort elevato. Il Driving Experience Control combina le risposte di questi dispositivi in modo da favorire la guida sportiva o il comfort; la modalità Adaptive regola invece il tutto automaticamente in funzione dello stile di guida e delle condizioni della strada.

MOLTI MATERIALI PER LA CURA DIMAGRANTE – L'esperienza nei materiali compositi fatta con l'elettrica i3 e l'ibrida i8 è stata messa a frutto anche per la grossa serie 7. La berlina ha infatti lasciato per strada (anzi, sui tavoli dei progettisti e in fabbrica) 130 kg rispetto all'attuale generazione, anche se questo dato andrebbe commisurato con le dimensioni, attualmente non note. Il risultato è da attribuire ad un mix – chiamato BMW EfficientLightweight – di elementi in fibra di carbonio, acciai altoresistenziali, alluminio e plastiche.

L'alleggerimento deriva anche da un lavoro meticoloso, che ha interessato, ad esempio, le pinze dei freni, e dai nuovi motori a 6 cilindri in linea a benzina, cui la sovralimentazione TwinPower Turbo dovrebbe donare una verve sufficiente a non far rimpiangere i precedenti 8V. Più efficienza anche dai cambi a 8 marce Steptronic, che ora hanno un range di rapporti aumentato, attriti interni diminuiti e logica di comando predittiva, che integra anche i dati del navigatore. Ovviamente anche l'aerodinamica dà il suo contributo: la Casa afferma infatti che la nuova Serie 7 è ai vertici della categoria.

MI PARCHEGGIO DA SOLA, VERAMENTE! – I sistemi di assistenza alla guida sono molto sofisticati e fra i più evoluti, coadiuvati da videocamere “stereo” e radar, che sorvegliano i fianchi dell'auto e riconoscono le linee di carreggiata e le auto che precedono. Il sistema è attivo fino ai 210 km/h e interviene con avvisi e movimenti dello sterzo che aiutano il guidatore; esso provvede a modulare il Cruise Control anche in funzione dei limiti di velocità esistenti nel percorso.

Un'intelligenza così reattiva (210 km/h non sono pochi) troverà semplice il parcheggio automatico, con o senza il guidatore! La Nuova Serie 7 ha infatti la l'assistenza al parcheggio – diagonale o parallelo al senso di marcia – totale, nel senso che sterza, frena e cambia le marce senza bisogno dell'intervento del guidatore. Ma c'è di più: essa può parcheggiarsi anche da sola: il guidatore posiziona l'auto in direzione del posto prescelto, scende e aziona il BMW Display Key, la nuova chiave-telecomando con un piccolo schermo incorporato: l'auto entrerà o uscirà da sola dal posto prescelto.

Ci sono ovviamente dei limiti: l'auto dev'essere praticamente allineata rispetto allo spazio selezionato (la tolleranza massima è di 10-15 gradi) e la distanza da percorrere non può eccedere 1,5 volte la lunghezza dell'auto. In ogni caso si tratta di una bella comodità, che magari risparmia gli spigoli delle portiere da danneggiamenti “da garage”; se il parcheggio è in mezzo ad altre auto occorrerà invece comunque contare sulla civiltà degli altri guidatori.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Pressione pneumatici invernali: perché le gomme si sgonfiano col freddo

Automobilisti senza cintura multa

Automobilisti senza cintura: una multa ogni cinque minuti

Furti auto: i 10 modelli più rubati al 2019