Audi Q5 55 TFSI e quattro: la sportiva diventa plug-in

La nuova Audi Q5 55 TFSI e quattro ha 367 CV, ma grazie all’alimentazione ibrida plud-in può percorrere fino a 40 km in elettrico

23 maggio 2019 - 15:12

L’Audi Q5 55 TFSI e quattro è il primo dei nuovi modelli ibridi plug-in (prima c’era la A3 e-tron) che verrà immesso sul mercato dall’azienda tedesca. Una vettura che potrà contare su un motore a combustione interna e un’unità elettrica che permetterà all’auto di percorrere in modalità elettrica fino a 40 chilometri. Sarà il guidatore a scegliere autonomamente se e come intervenire sull’interazione tra i due diversi motori. Il nuovo SUV ibrido di Audi verrà lanciato sul mercato nel terzo trimestre del 2019.

VA A 135 KM/H SENZA INQUINARE

Lo schema propulsivo sfrutta un motore termico turbo-benzina di due litri di cilindrata a quattro cilindri che sviluppa 185 kW-251 CV di potenza e 370 Nm di coppia e un motore elettrico sincrono a magneti permanenti della potenza massima di 105 kW e della coppia massima di 350 Nm. Il sistema nel complesso fa registrare una potenza di 270 kW-367 CV. L’auto raggiunge una velocità massima di 239 km/h. In elettrico, invece, può toccare i 135 km/h. La percorrenza in elettrico nel ciclo WLTP è più di 40 chilometri. L’auto che ha di serie la trazione è integrale permanente e la trasmissione automatica a otto rapporti, ha un sistema molto più evoluto dei mild hybrid presenti su tante altre vetture della Casa.

SI RICARICA IN 2 ORE E MEZZO

Le batterie agli ioni di litio, composte da 104 celle da 14,1 kWh, con una tensione di 381 Volt, sono alloggiate sotto il vano del bagagliaio. La ricarica è veloce e si conclude in poche ore. Nel dettaglio, il sistema di ricarica compatto comprende cavi per prese domestiche e industriali più un’unità di controllo. Una ricarica completa con una presa industriale richiede solo 2 ore e mezza, con una presa domestica da 220 V occorrono invece circa 6 ore.

PER L’ELETTRICO LA SCELTA È DI CHI GUIDA

Il conducente è libero di scegliere se e come intervenire nell’interazione tra i due motori e ha a disposizione tre differenti opzioni. La modalità ibrida può essere attivata automaticamente in base al percorso impostato sul navigatore. In questo modo, la carica della batteria viene distribuita in modo ottimale e la guida si svolgerà in modalità elettrica prevalentemente nelle aree urbane. Oltre alla modalità ibrida, il guidatore può anche scegliere tra l’EV e Battery Hold. In modalità EV, l’auto è azionata esclusivamente elettricamente fino a quando il conducente non preme sull’acceleratore oltre un determinato punto di punto di pressione prestabilito. L’EV è l’impostazione di base ogni volta che viene avviato il veicolo. In modalità Battery Hold, la capacità della batteria viene mantenuta ad un livello costante.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Pressione pneumatici invernali: perché le gomme si sgonfiano col freddo

Automobilisti senza cintura multa

Automobilisti senza cintura: una multa ogni cinque minuti

Furti auto: i 10 modelli più rubati al 2019