Multe e bolli non pagati, come cancellare i debiti fino a 1000 euro

La bozza del decreto fiscale salverà circa 3 milioni di cartelle esattoriali, ecco chi e come potrà beneficiare della "pace fiscale?

17 ottobre 2018 - 12:08

La bozza del decreto fiscale nella Legge di bilancio 2019 su cui l'Europa si sta prendendo tempo per decidere, introduce una serie di novità che riguardano gli automobilisti, soprattutto quelli morosi che hanno a carico cartelle esattoriali o avvisi di pagamento dell'agenzia delle entrate per multe stradali, bollo non pagato o comunque insolvenze con il fisco. Ecco le prime anticipazioni su quella che molti hanno soprannominato “pace fiscale” che il Governo Conte dell'asse Lega-M5S ha messo in cantiere con pensioni minime, reddito di cittadinanza e flat tax. Vediamo chi e come potrà cancellare i suoi debiti grazie alla manovra fiscale 2019.

I DUE SCAGLIONI IN CUI FINIRANNO LE CARTELLE DA SFOLTIRE Alla precedente ipotesi messa in bozza di abbonare il 60% dei debiti, si è preferita la cancellazione gratuita e automatica per tutti i debiti che rientrano nelle cosiddette micro cartelle, per un valore fino a 1000 euro. Si stima che la manovra possa tagliare di circa un quarto gli avvisi di pagamento e saranno interessate 3 milioni di cartelle. Ma solo alcune potranno essere totalmente cancellate con l'estinzione totale del debito, mentre altre potranno essere rottamate, con sconti su mora e sanzioni, ma non sul debito legato al mancato pagamento del bollo. Vediamo i due casi previsti dalla bozza di decreto fiscale approvata in Consiglio dei Ministri.

FINO A 1000 EURO E' TUTTO CANCELLATO La pace fiscale intesa come cancellazione totale del debito, vale per tutti gli atti che gli enti creditori hanno affidato all'Agenzia Entrate-Riscossione (subentrata ad Equitalia) dal dal 1 gennaio 2000 al 31 dicembre 2010 e che non superano l'importo complessivo di 1000 euro. Solo le cartelle che rientrano in questo scaglione saranno totalmente cancellate con l'estinzione del debito (lo stesso vale per il bollo auto come per le imposte locali sulla casa e i rifiuti). In tutti questi casi è prevista la cancellazione del debito d'ufficio entro il 31 dicembre 2018 e i contribuenti non dovranno fare nulla.

LA PACE FISCALE OLTRE 1000 EURO Nei casi in cui invece la cartella sia relativa al periodo dal 1 gennaio 2001 al 31 dicembre 2017e per valori superiori a 1000 euro i contribuenti potranno rottamare la cartella con la cancellazione delle sanzioni relative al mancato pagamento e degli interessi maturati negli anni. Resta invece da pagare il debito dell'importo originariamente dovuto al fisco che potrà essere versato in una sola rata oppure dilazionato in 10 rate su 5 anni. A differenza del caso precedente, per accedere al pagamento agevolato, i contribuenti dovranno presentare richiesta diretta entro il  30 aprile 2019 attraverso i moduli intestati dell'Agenzia Entrate-Riscossione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Mercedes spia i clienti? Nella rete i clienti “distratti” delle auto in leasing

Cicalino auto elettriche: cosa dice la norma UN 138 sull’AVAS obbligatorio

Uber, incidenti nei test ogni 15 mila miglia: ex dipendente vuota il sacco